1.7 C
Milano
16. 01. 2021 00:03

#ioapro, domani la “rivolta” dei ristoratori: già migliaia di adesioni

Mancano poche ore alla manifestazione di disobbedienza civile che sta riscuotendo tantissimi consensi

Più letti

#Ioapro, primo video da un ristorante di Milano: balli, musica e tavoli pieni. Il video

La fronda dei ristoratori che hanno annunciato l'apertura serale nonostante i divieti, corre per l'Italia ma non decolla. Gli...

Zona rossa, Fontana: «Faremo ricorso». La replica di Sala: «Qualcosa non torna nelle mosse della Regione»

I dati del monitoraggio Iss hanno confermato tutte le ipotesi: la Lombardia entrerà ufficialmente in zona rossa domenica. Nonostante...

Chi apre? I ristoranti riaccendono le insegne: al via la “rivolta” di #ioapro

Com’è ormai consuetudine nell’era digitale, tutto è nato sui social. In pochi giorni un tam tam che si è...

Ha già raccolto oltre 50mila adesioni da tutta italia #ioapro, l’iniziativa lanciata sui social che invita i ristoratori a restare aperti, a partire da domani, contro le restrizioni anti Covid imposte dal Governo.

L’iniziativa. Tra Milano, Modena, Pesaro e Reggio Emilia, le città con maggiori adesioni finora registrate, si parla di circaquattrocento locali pronti a restare aprire.

«Non è mai stata presentata un’indagine epidemiologica che accerti i contagi nei locali, a differenza di quanto può accadere sui mezzi pubblici o nei supermercati – spiegano i promotori -. Vogliamo poter lavorare, ma saremo i primi a puntare il dito contro chi non rispetta le norme di sicurezza».

Per aderire all’iniziativa c’è anche un Dpcm “autonomo”: Decalogo Pratico Commercianti Motivati. Tra le regole “un tavolo si e uno no, la mascherina obbligatoria e il conto al tavolo entro le 21.45

In breve

#ioapro sbarca a Milano: il Don Lisander da domani riapre le porte

La protesta dei ristoratori #ioapro arriva a Milano. Uno dei protagonisti della mobilitazione sarà il Don Lisander, storico locale...

Potrebbe interessarti