Natale con l’arte: il Perugino arriva a Palazzo Marino

Non è Natale senza arte in Comune. Per l’undicesimo anno, Palazzo Marino ospita, da venerdì 30 novembre al 13 gennaio, un capolavoro che può essere ammirato gratuitamente. Quest’anno l’opera sarà l’Adorazione dei Magi di Pietro Vannucci detto il Perugino, protagonista del Rinascimento italiano che giunge a Milano dalla Galleria Nazionale dell’Umbria. Si tratta di una tempera su tavola (di dimensioni imponenti pari a 241 centimetri d’altezza per 180 di base), databile, a seconda degli studi, al 1470-1473 o al 1476. Sembra che fosse la prima importante commissione ricevuta da Perugino, destinata alla chiesa di Santa Maria dei Servi di Perugia, legata quest’ultima alla famiglia Baglioni, e poi trasferita nella chiesa di Santa Maria Nuova.

I PERSONAGGI • La scena è impostata in maniera tradizionale, con la capanna della Natività sulla destra e il corteo. Sullo sfondo, oltre il recinto del bue e l’asinello, si apre un paesaggio di rocce e colline, che dimostra la conoscenza della prospettiva aerea. La Vergine con il Bambino benedicente sulle ginocchia è rappresentata insieme a San Giuseppe in piedi col bastone. A sinistra il re più anziano si è già inginocchiato in adorazione, mentre gli altri due, quello giovane e quello maturo, stanno porgendo cerimoniosamente i loro doni. Il corteo è affollato da personaggi con fattezze che si ritrovano poi anche in altre opere dell’artista. Sembra che il giovane all’estrema sinistra possa essere un autoritratto dell’artista.

TANTA ARTE • Come la pala, proviene dall’Umbria anche il Presepe artistico che per il terzo anno consecutivo trova dimora nel Cortile d’Onore di Palazzo Marino. Proseguono, intanto, le grandi mostre temporanee a Palazzo Reale: Picasso. Metamorfosi, in cui le opere dell’artista spagnolo dialogano con classici dell’arte antica provenienti da collezioni di tutto il mondo, e la monografica dedicata a Carlo Carrà, tra i protagonisti del Novecento italiano, nel suo percorso dal futurismo alla metafisica e oltre. Info su comune.milano.it.