14.9 C
Milano
21. 04. 2024 19:52

“Non una di meno”, blitz nella notte: le femministe cambiano la toponomastica di Milano

Le attiviste del movimento femminista ricoprono con targhe adesive molte vie della città: le immagini

Più letti

Durante la notte le attiviste di “Non una di meno” hanno cambiato il nome di molte vie della città ricoprendole con targhe adesive intitolate alle donne protagoniste della scena culturale e politica dell’ultimo secolo. Così è spuntata via Ipazia, via Rossana Rossanda, via Margherita Hack, largo Tina Modotti e tante altre.

L’iniziativa. «Le vie e le piazze della nostra città – scrivono le femministe su Facebook- sono quasi sempre dedicate a uomini bianchi, spesso colonizzatori e stupratori o sterminatori in qualche guerra. Questo 8 marzo abbiamo deciso di modificare la toponomastica, scegliendo alcune donne e persone LGBTQIA+ da ricordare nello spazio pubblico».

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

L’obiettivo della provocatoria iniziativa è sottolineare in vista della Festa della Donna la presenza di ancora tante e troppe barriere tra i generi. «Con questa azione simbolica – hanno aggiunte le attiviste- vogliamo iniziare a buttar giù il muro dell’ invisibilità dietro al quale, da secoli, le donne e le persone lgbtqia+ vengono tenute. Via per via, piazza per piazza butteremo giù questo muro».

In breve

FantaMunicipio #26: come tanti Ciceroni fai da te, alla scoperta di alcuni angoli di quartiere

Quante volte camminiamo per la città, magari distratti o di fretta, e non ci accorgiamo di quello che ci...