spazio quartiere
spazio quartiere

Nuove opportunità di animazione e aggregazione nei quartieri popolari di Milano: il Comune, infatti, ha aperto il bando “Spazio quartiere“. Dodici piccoli spazi tra Quarto Oggiaro (via Gazzoletti, via Satta, via Vittani e via Capuana), Chiesa Rossa (vie Boifava e Giovanola) e Barona (via Teramo) potranno essere animati da associazioni, enti, cooperative senza fini di lucro. In questi luoghi si potranno attivare progetti sociali, culturali, educativi e formativi: ad esempio, mostre, laboratori, seminari, attività formative e di sostegno allo studio per i più piccoli e anche interventi per la promozione sportiva.

LE MODALITÀ  Si tratta di spazi posti ai piani terra dei complessi di edilizia residenziale pubblica, ad uso non abitativo e fino a questo momento mai utilizzati, che grazie al bando potranno essere aperti e diventare utili per gli inquilini e per tutto il quartiere. Le loro dimensioni variano da un minimo di 28 metri quadrati ad un massimo di 151, e verranno concessi in affitto per 6 anni con un canone particolarmente ridotto rispetto ai valori di mercato (9 euro al mq annui per i depositi, 13 euro circa al mq annui per i laboratori, tra i 15 e i 18 euro al mq annui per i negozi). I vincitori dovranno sviluppare attività in grado di contribuire alle forme di presidio quotidiano diffuso del territorio.

L’OBIETTIVO • «Il nostro lavoro – dice l’assessore alla Casa e ai Lavori pubblici Gabriele Rabaiotti – vuole riportare vicino alle case popolari spazi che possano venire utilizzati direttamente da chi già lavora e si impegna per migliorare i quartieri di Milano, come i comitati inquilini e i residenti che si riconoscono nelle autogestioni». Il bando, consultabile sul sito comune.milano.it, resterà aperto fino al 14 febbraio.


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/mitomorrowoff