24.1 C
Milano
29. 05. 2024 17:00

Museo di storia naturale: flora spontanea italiana, il numero delle specie aliene continua a crescere

L'Italia è il secondo Paese in Europa per tasso di invasione da specie aliene

Più letti

Il Museo di storia naturale è stata oggi teatro di un evento significativo per la comunità scientifica e ambientale: la presentazione del “Portale della Flora d’Italia“. Questo database, arricchito dai risultati di una recente ricerca coordinata dal Museo di Storia Naturale di Milano, offre una visione completa delle specie vegetali spontanee – autoctone, aliene ed estinte – presenti sul territorio nazionale.

Tulipa_Narcissus
Tulipa_Narcissus

Museo di storia naturale, un passo verso la conservazione della biodiversità

L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Milano e sostenuta dalla Società Botanica Italiana, dalla Fondazione per la Flora Italiana e dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, rappresenta un passo avanti fondamentale nella comprensione e nella conservazione della biodiversità italiana.

Le specie autoctone sono 8.241 e le aliene 1.782

La ricerca, guidata da un team internazionale di 45 botanici, sotto la direzione di Gabriele Galasso del Museo di Storia Naturale di Milano, e la collaborazione di Fabrizio Bartolucci e Fabio Conti del Centro Ricerche Floristiche dell’Appennino e di Lorenzo Peruzzi dell’Università di Pisa, ha permesso di aggiornare il numero delle specie autoctone a 8.241 e delle specie aliene a 1.782, per un totale impressionante di 10.023 tra specie e sottospecie, con 1.702 endemiche, ovvero esclusive del territorio italiano, incluso per la prima volta anche la Repubblica di San Marino.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Museo di storia naturale, un inventario per il monitoraggio ambientale

Questo inventario aggiornato è più che una mera lista: è uno strumento cruciale per il monitoraggio ambientale, la pianificazione e le azioni di conservazione o eradicazione delle specie invasive. In un’era caratterizzata da una profonda crisi biologica, scatenata dall’impatto dell’uomo sul pianeta, conoscere dettagliatamente la composizione della nostra flora è essenziale per una gestione responsabile e sostenibile delle risorse naturali, anche in vista della salvaguardia delle generazioni future.

Dal 2018 ad oggi c’è stato un incremento di 46 specie autoctone e un aumento di 185 specie aliene

Dal 2018, l’aggiornamento del 2024 mostra un incremento di 46 specie autoctone e un notevole aumento di 185 specie aliene. Si registra anche un lieve aumento delle specie estinte, passate da 26 a 28. Questi dati confermano l’Italia come uno dei principali hotspot di biodiversità in Europa e nel bacino del Mediterraneo, posizionandola al primo posto in Europa e al secondo nel Mediterraneo per ricchezza del patrimonio floristico.

Museo di storia naturale, l’invasione delle specie aliene

La situazione dell’Italia come secondo/terzo paese in Europa per tasso di invasione da specie aliene esige un’azione decisa. Nonostante l’approvazione del Regolamento dell’Unione Europea n. 1143/2014, il numero delle specie aliene continua a crescere, dimostrando la necessità di interventi più efficaci. Con l’inaugurazione di questo portale e il costante aggiornamento dell’inventario del Museo di storia naturale, l’Italia dimostra un impegno concreto nel proteggere e valorizzare il proprio inestimabile capitale naturale, un’eredità che appartiene a tutti noi e alle future generazioni.

In breve

FantaMunicipio #32: nuove pedonalizzazioni, ci vuole tattica per rallentare

Questa settimana torniamo a parlare di mobilità lenta, di sicurezza stradale e di pedonalizzazioni: sono infatti state approvate alcune...