Si chiama BIC. E’ un nuovo spazio milanese in Porta Romana per l’architettura, l’ingegneria e il design, creato dallo Studio Bicuadro Architecture insieme a Imst engineering e Capasso Metal design, e che sarà inaugurato domani in occasione della Fall Design Week organizzata in Brera. Sarà il distaccamento dei tre studi romani, ma, soprattutto, un nuovo punto di riferimento per creativi, basato sulla continua contaminazione di diverse discipline.

L’AREA • Il BIC si trova nell’area culturale di Porta Romana, all’interno dell’area degli ex magazzini generali, a pochi passi dalla Fondazione Prada e confinante con l’Istituto Europeo di Design. Si presenta come un loft innovativo per la condivisione delle idee.

GLI ATTORI • Bicuadro Architecture è uno studio fondato a Roma nel 2007 dagli architetti Francesco Bezzi, Massimiliano Brugia, Valerio Campi e Lucia Catenacci. Sin dai primi anni di attività infatti, il team è stato operativo in Asia e Africa, specializzandosi in interventi di rigenerazione urbana a medio-grande scala. Ha conquistato numerosi riconoscimenti nel corso dell’ultimo decennio, firmando la sede dell’Accademia delle Scienze della Malesia inaugurata nel 2011: un edificio per uffici “a campus verticale” sollevato sopra la foresta pluviale, per ospitare il quartier generale dell’organizzazione scentifica nel centro di Kuala Lumpur.

Oppure il Ghana National Petroleum Company, ad Accra, una delle più grandi opere che si inserisce in un quadro di espansione ed ammodernamento infrastrutturale della città e dell’intero Paese. L’altro partner dell’iniziativa è lo studio Imst progetti. Sede partenopea invece per lo studio Capasso Metal design, che con l’apertura della nuova sede a Milano decide di espandere i propri interessi puntando sulla realizzazione di oggetti di design di alta qualità e alla collaborazione con artisti e designer.