Dal Piemonte alla Danimarca, i Best in Travel 2019

Best in Travel 2019
Best in Travel 2019

Il meglio del meglio. Selezionato dai migliori esperti di viaggi. Lonely Planet, la “Bibbia” dei viaggiatori fai da te, ha pubblicato la guida Best in Travel 2019: come ogni anno viene pubblicata una selezione delle top destinazioni da visitare nel corso del nuovo anno, anticipando così le tendenze del futuro, le esperienze indimenticabili e gli appuntamenti da non perdere per tutti quelli che amano viaggiare e sognare.

COPENAGHEN • La guida è divisa in quattro sezioni: Top Città, Top Paesi, Top Regioni e Best Value. Nel primo caso sono state scelte le dieci città che devono essere messe nero su bianco nell’agenda 2019. La classifica è dominata da Copenaghen, la capitale della Danimarca: là, nel 2019, è previsto il completamento della linea della metropolitana Cityringen, che renderà più facili gli spostamenti in città. La sezione dedicata ai Paesi vede sul primo gradino del podio lo Sri Lanka, meta di grande interesse per i viaggiatori intrepidi con il suo mosaico di religioni e culture, i templi secolari, la fauna abbondante e facilmente accessibile.

IN ITALIA • In cima al ranking delle Top Regioni mondiali da visitare c’è il nostro Piemonte, meta obbligata per i turisti internazionali che amano l’arte ma soprattutto la buona cucina. La categoria Best Value richiama invece dieci esperienze accessibili, in un certo senso low cost: qui svetta la Valle del Nilo Meridionale, destinazione che annuncia il ritorno dell’Egitto sulla scena del turismo mondiale. I magnifici siti antichi che sorgono lungo le rive del Nilo a sud di Luxor verso Assuan sono accessibili a buon mercato. Considerando la facilità di accesso e il crescente numero di visitatori, il 2019 è il momento perfetto per una crociera sul Nilo o un’avventura nel deserto. Qui di seguito vi proponiamo una carrellata di altre mete scelte dalla Best in Travel 2019 di Lonely Planet.

TOP CITTA’: ZARA
Tra le città consigliate dagli esperti di Lonely Planet c’è Zara, cittadina della Croazia risorta dalle ceneri della guerra per diventare una fiorente e vivace città cosmopolita e decisamente moderna. Passeggiando nel dedalo di vie lastricate di marmo della Città Vecchia, scoprirete bar trendy e caffè informali, antiche rovine romane, musei innovativi e trattorie rustiche. La vera fenice della trasformazione di Zara è il suo suggestivo lungomare, dove decine di abitanti si radunano per ascoltare le magiche melodie dell’Organo marino o per ammirare le ipnotiche luci del Saluto al Sole.

TOP PAESI: BIELORUSSIA
La Bielorussia è uno dei Paesi del Vecchio Continente che trova spazio nella Best in Travel 2019. Tra i motivi della scelta c’è il fatto che Minsk, la capitale, è diventata sede di eventi e vertici globali, ma anche che il prossimo anno il Paese ospiterà i Giochi Europei. Da anni punto di riferimento per gli amanti delle mete poco note, la Bielorussia è diventata di moda grazie alle norme meno severe in materia di visti, a un buon panorama artistico, ai caffè accoglienti e a una popolazione che ama divertirsi. Il centro storico di Minsk è stato magnificamente restaurato e vale una visita attenta.

TOP REGIONI: NORMANDIA
Se il Piemonte guida la classifica delle Regioni da visitare nel 2019, la Normandia chiude la top di Lonely Planet. Nel 2019 ricorre il 75esimo anniversario del D-Day e così la Normandia ospiterà molti eventi commemorativi e festeggiamenti: per questo gli appassionati di storia avranno l’imbarazzo della scelta in questa regione dal ricco passato. La città di Rouen, inoltre, si sta preparando per il 30esimo anniversario dell’Armada de Rouen, un evento che si svolge ogni quattro o sei anni e richiama milioni di spettatori, con navi in arrivo da tutto il mondo per risalire la Senna.

BEST VALUE: ALBANIA
Nella categoria riservata alle avventure accessibili c’è spazio per l’Albania, definita da Lonely Planet come l’ultima frontiera d’Europa. Una meta conveniente, nascosta ma in bella vista, con spiagge magnifiche, una storia unica e un numero di turisti molto inferiore a quello del Montenegro a Nord o della Grecia a Sud. La stimolante scena gastronomica del Paese esalta i sapori locali e offre specialità molto caratteristiche. Anche gli amanti dell’outdoor resteranno soddisfatti: l’Albania rimane un posto in cui fare trekking in un magnifico paesaggio montano e pernottare in minuscoli villaggi senza tempo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here