9.2 C
Milano
20. 04. 2021 06:07

Prima alla Scala: l’Attila che fa arrabbiare gli ambientalisti

Più letti

L’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente ha diffidato la direzione artistica del Teatro alla Scala di Milano in relazione alla decisione di portare sul palco del teatro un cavallo durante lo svolgimento della “prima” di Sant’Ambrogio: quest’anno l’opera lirica scelta, l’Attila, prevede l’entrata in scena del protagonista in groppa ad un cavallo. Di fatto, l’associazione chiede di ripensarci e «di non sottoporre il cavallo a inutile stress che potrebbe configurarsi nel reato di maltrattamento in quanto l’animale sarebbe usato in un contesto non usuale alla sua vita naturale e questo utilizzo ripetuto sia nelle prove che durante le serate in scena potrebbe provocare all’animale un trauma da stress molto forte».

Un tempo era celebre la manifestazione degli animalisti davanti al teatro contro la parata di vip in pelliccia. Con l’estinguersi progressivo dell’uso di pellicce veri per i capi invernali da parte degli stilisti, anche quella sorta di tradizione è andata spegnendosi. A riaccendere gli animi sarà questa volta direttamente uno dei protagonisti che comparirà sul palco del Piermarini. Difficile, infatti, che la direzione artistica della Scala inneschi una marcia indietro su uno degli impianti scenici più significativi dell’opera scelta, che sarà diretta da Riccardo Chailly e verrà seguita dal palco reale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

In breve

Milano, torna Cattelan: da luglio una mostra all’Hangar Bicocca

Maurizio Cattelan torna in mostra in Italia con una grande retrospettiva progettata per gli spazi del Pirelli Hangar Bicocca...