VOCE
VOCE

Si chiama VOCE Aimo e Nadia. E’ il nuovissimo spazio in cui cultura ed eccellenza gastronomica si incontrano per dare vita a un progetto esclusivo e unico nel suo genere. Di fatto, è il ristorante interno alle Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo, in piazza della Scala.

LA LOCATION • Tra il tempio mondiale della lirica e Palazzo Marino, lo spazio dedicato alla ristorazione e al bookshop è stato suddiviso in tre ambienti funzionali: la caffetteria, la libreria e il ristorante gourmet. Dopo un importante rinnovo architettonico in linea con le tendenze dei principali musei italiani e internazionali, il risultato è un luogo nuovo di convivialità e condivisione nel cuore di Milano in grado di alimentare il fermento di una delle aree più vitali della città. «In questi anni le iniziative delle Gallerie d’Italia hanno incontrato il consenso e l’entusiasmo di tanti visitatori, anche grazie a una costante ricerca di originalità, di sperimentazione, di esplorazione di nuovi linguaggi – spiega Michele Coppola, Direttore Centrale Arte, Cultura e Beni Storici Intesa Sanpaolo -. Con VOCE si completa l’offerta in piazza Scala, in sinergia perfetta con una realtà, Aimo e Nadia, che è tradizione ma allo stesso tempo innovazione».

L’OFFERTA • Fabio Pisani e Alessandro Negrini, chef patron de Il Luogo di Aimo e Nadia, portano insieme alla manager Stefania Moroni, la loro visione della cucina italiana all’interno del museo intrecciandola con la ricca proposta artistica. Il risultato è un’esperienza enogastronomica e culturale complementare alla visita alle Gallerie d’Italia con un menu che nasce dal forte legame con il territorio e dalla stretta relazione con i tanti produttori della nostra penisola. «Siamo entusiasti e orgogliosi di essere parte integrante di un progetto unico e ambizioso in cui cibo, cultura e arte si intrecciano tra di loro», racconta Stefania Moroni. «Il nostro obiettivo è infatti quello di diventare un nuovo punto di riferimento per la città di Milano, in un contesto ricco di storia e cultura», sottolinea dal canto suo Alessandro Negrini. «L’offerta enogastronomica di VOCE sarà un’estensione dell’eccellenza culturale e artistica presente nel Museo di Gallerie d’Italia», promette Fabio Pisani. L’occasione ideale? Una visita alla mostra Romanticismo, in corso fino a marzo, con annessa sosta gourmet da VOCE.