Michele Rimpici: «Crea il tuo vino qui a Cantina Urbana»

Cantina Urbana
Cantina Urbana

Per definizione l’utopia è un’aspirazione irrealizzabile. E Michele Rimpici, fondatore a Milano di Cantina Urbana™ – Wine Collective, si è sentito anche dare dell’utopista quando raccontava del suo desiderio di fare vino in città. Il suo merito è stato quello di smentire chi lo additava come tale. La prima produzione della sua singolare cantina, che ha trovato casa sul Naviglio Pavese in via Ascanio Sforza 87, è un vino realizzato con uva di Croatina e Barbera, si chiamerà Naviglio Rosso e verrà invecchiato in anfore di terracotta.

L’IDEA • Tutto parte dalla passione per l’enologia e la viticoltura di Rimpici, veronese giramondo già manager del gruppo Signorvino. «La mia idea era quella di produrre vino in città, aprire le porte della Cantina e condividere l’esperienza della vinificazione», racconta. Detto e, con non poca fatica, fatto. Per avviare la Cantina Urbana™ – Wine Collective, infatti, ha prima riunito alcuni viticoltori che condividevano la sua etica (rispetto della natura, nessun utilizzo di chimica spinta, bassa presenza di solfiti) in materia di produzione. Poi ha trovato due soci (non di maggioranza) e i locali di via Sforza che ha attrezzato come una vera cantina di produzione e affinamento.

COSA SI FA • Oltre a permettere a chi vuole di farsi un blend personale di affinare “selezioni” ed essere aiutati a creare anche le etichette per la propria produzione, alla Cantina Urbana™ si può andare anche per acquistare il vino e bere scegliendo tra le selezioni della Wine Collection, vini scovati in tutta Italia e portati in cantina urbana in edizione limitata, oppure tra un rosso, un bianco e un rosé sfusi. Il tutto, naturalmente, non all’interno di un semplice negozio, ma della prima cantina in reale attività all’interno di una città.

Cantina Urbana™
Via Ascanio Sforza 87, Milano
Lunedì e martedì dalle 10.00 alle 21.00, dal mercoledì al sabato fino alle 0.00
Info: cantinaurbana.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here