Una regione in controtendenza: boom del turismo in Lombardia

turismo in lombardia
turismo in lombardia

I turisti amano la Lombardia. Lo confermano i dati elaborati dall’istituto regionale di statistica Polis sui numeri rilevati dall’Istat: da gennaio a settembre 2019 c’è stato un aumento del 5,8 per cento degli arrivi e un +7,5% di presenze (ovvero di pernottamenti). Le percentuali corrispondono a 14 milioni e 300 mila visitatori e quasi 36 milioni di presenze. I dati sul turismo in Lombardia sono in controtendenza rispetto alla media nazionale, che fra gennaio e agosto hanno registrato -1,6% di arrivi e -0,1% di presenze. Milano ha accolto più di sei milioni di turisti (+4%) e 12 milioni e mezzo di presenze (+4,5).

 

Ciò significa che chi visita la nostra città prenota in media due notti in albergo. Dopo Milano ci sono Brescia e Como, ma la città che ha avuto un vero e proprio boom di visitatori rispetto al 2018 è stata Sondrio: +18,6% di arrivi e +23,9% di pernottamenti. Chi ha sofferto invece sono Pavia (-2,9% di arrivi, ma +0,6% di pernottamenti) e Lodi (-5,6% e -7,4%).

«I dati confermano un trend ormai consolidato – ha dichiarato l’assessore regionale al Turismo, marketing territoriale e Moda, Lara Magoni -. Il turismo in Lombardia è in forte crescita. Ciò che mi fa più piacere è che il fenomeno interessa gran parte dei territori regionali, anche se a ritmi differenti. In particolare, l’aumento netto delle presenze dimostra che la nostra regione è in grado di offrire ai visitatori un’offerta variegata, che va dalle montagne ai laghi, dalle città d’arte sino allo shopping e ai percorsi enogastronomici. Un’offerta che si abbina a una qualità dell’accoglienza di alto livello. Tutti fattori che stanno decretando il successo turistico della nostra Lombardia».

Anche chi crede di conoscere bene la regione può trovare spunti interessanti ad esempio sul portale turistico ufficiale in-lombardia.it e scaricare l’app Inlombardia Pass per scoprire diversi “tesori nascosti” e mettersi alla prova con quiz a tema.


www.mitomorrow.it