33.2 C
Milano
02. 07. 2022 16:49

Emergenza scuola a Milano, mancano 800 insegnanti: allertati i prof in pensione

Classi in cui il tempo pieno non è ancora disponibile. Altre che dopo due mesi di scuola non hanno ancora un professore di matematica. Ecco il preoccupante quadro della situazione scolastica milanese

Più letti

Si parla di una vera e propria emergenza scuola a Milano. Dopo due mesi di lezioni una scuola su quattro non è potuta ancora passare al tempo pieno a causa della carenza di personale. Secondo quanto emerge da un questionario distribuito tra le famiglie da “Priorità alla Scuola” mancano ancora all’appello circa 800 insegnanti negli istituti del capoluogo meneghino.

Emergenza scuola a Milano, tutta colpa dell’algoritmo del ministero

La causa di questo malfunzionamento del sistema scolastico è in gran parte legata all’algoritmo utilizzato dal Ministero dell’Istruzione per stilare le graduatorie. Numerosi docenti sono stati esclusi per un calcolo errato. All’errore poi si aggiungono alcuni comportamenti inappropriati di alcuni insegnanti, che una volta accettato l’incarico, hanno deciso di non presentarsi più a lezione.

Il tutto si traduce in una carenza di servizi sia per le famiglie che per gli studenti. Nelle scuole primarie si è assistito a scene in cui i bambini sono stati lasciati davanti ad un televisore con i cartoni perchè mancavano appunto i docenti. Per non parlare poi dei pre-scuola e dei post-scuola: quasi totalmente assenti.

“Per quanto non rispecchino la totalità delle voci che compongono la comunità scolastica, queste testimonianze raccontano l’attuale rapporto scuola/famiglia — ha dichiarato Chiara Ponzini di Priorità alla Scuola al Corriere —. I dati non sono confortanti e rispecchiano una vera e propria emergenza scuola a Milano: il tempo pieno è fondamentale, permette alle mamme di lavorare e le donne sono state particolarmente penalizzate nella pandemia da questo punto di vista. Ma è grave anche la carenza di servizi pre e post scuola”.

Presidi con le mani legate

In questa emergenza scuola a Milano i presidi si trovano poi con le mani legate. Infatti, sono obbligati ad attendere lo scorrimento delle graduatorie provinciali prima di attingere alle proprie graduatorie d’Istituto, dove sarebbero presenti diversi insegnanti in attesa per coprire gli attuali buchi.

C’è addirittura chi pensa a richiamare i volontari in pensione, come nel caso della scuola media Beltrami, dove in due sezioni gli studenti non hanno ancora potuto fare matematica. «Stiamo valutando di reclutare dei docenti di matematica in pensione o dei volontari utilizzando il fondo del Piano Estate per un progetto ad hoc – ha dichiarato la preside Fabiola De Paoli -. Ma è un palliativo e non è detto che avremo l’autorizzazione». Insomma è sempre più emergenza scuola a Milano: si attendono soluzioni al più presto.

 

 

spot_img

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...