Conoscere da vicino il sistema scolastico e le opportunità che l’America e in particolare Stati Uniti e Canada offrono ai giovani. Parlare con gli studenti che sono appena tornati da questa avventura e che adesso sono pronti a fornire consigli e informazioni a chi è interessato a fare un’esperienza simile.

Se l’idea è quella di frequentare un periodo all’estero per studiare in questi due Paesi, l’evento gratuito Usa&Canada Day, promosso da WEP – organizzazione internazionale che promuove corsi di studio e viaggi all’estero per gli studenti – è l’occasione giusta. L’iniziativa, che vede la partecipazione del Consolato Americano di Milano e l’Ambasciata Canadese di Roma, si terrà a Milano presso l’Auditorium Istituto Carlo Tenca, Bastioni di Porta Pia 12, dopodomani, venerdì 16 novembre, a partire dalle 16.00.

MEETING • Durante l’incontro saranno presenti alcuni studenti americani e canadesi pronti a raccontare la loro quotidianità, le differenze culturali che li contraddistinguono e tutto quello che c’è da sapere sulle loro scuole. Sarà possibile ottenere delle importanti informazioni circa l’ottenimento del visto di studio, le borse di studio WEP e come candidarsi per il bando Dote Merito della Regione Lombardia, che consente agli studenti lombardi di partecipare ai programmi di studio all’estero attraverso degli incentivi.

Nel corso dell’evento il personale WEP e i delegati istituzionali presenti saranno a disposizione per fornire tutte le informazioni utili a chi è intenzionato a frequentare un corso di studio all’estero. L’incontro è pensato per spiegare ai ragazzi e alle ragazze che cosa voglia dire partire per un programma di studi negli USA e in Canada, in modo da fornire dettagli e tempistiche da sapere per intraprendere un’esperienza del genere.

I NUMERI • Dal Rapporto Italiani nel Mondo 2017 di Migrantes oltre il 39 per cento dei 124mila italiani partiti per l’estero nel 2016 sono giovani tra i 18 e i 34 anni (circa 9.000 in più rispetto all’anno precedente) con la Lombardia che si attesta al primo posto per partenze, seguita da Veneto, Sicilia, Lazio e Piemonte. Numeri che confermano la tendenza sempre più in crescita dei giovani italiani a caccia di opportunità in giro per il mondo dopo il diploma o dopo la triennale. Secondo uno studio del 2015 dell’Università della California il 59% dei datori di lavoro ritiene che lo studio all’estero sia una determinante utile per fare carriera in azienda. Ulteriori info su wep.it.