#Milanochelegge: i consigli per il weekend

Milanochelegge
Milanochelegge

#Milanochelegge: i consigli per il weekend

Teresa Radice e Stefano Turconi, Non stancarti di andare, BAO Publishing (311 pagine, 27 euro)

Un fumetto che entra nel cuore e nella pelle: la storia di Iris e Ismail, divisi dai disordini in Siria, e il sogno di una nuova vita da iniziare insieme che sembra inafferrabile. Un racconto che va anche a ritroso nella Storia, con l’infanzia di Ismail, il rapporto di Iris con la propria madre e la nonna emigrata in un’Argentina che sarà poi costretta a lasciare. Un intreccio di generazioni, e il tema dell’attesa, indistricabilmente connesso all’amore.

Mark Forsyth, Breve storia dell’ubriachezza, Il Saggiatore (296 pagine, euro)

Il titolo dice tutto di questo saggio che promette di indagare e approfondire la storia culturale e sociale dell’alcool, delle bevande alcoliche, dei loro inevitabili effetti e anche dei “luoghi” dell’alcool. Tuttavia, non pensiate che sia una lettura pesante, perché lo stile di Forsyth è molto ironico e il libro è pieno di aneddoti e nozioni che potranno farvi fare bella figura davanti agli amici del baretto.

Andrea Antinori, Un libro sulle balene, Corraini (64 pagine, 16 euro)

Esiste un animale più impresso nel mito letterario della balena? Dall’episodio biblico di Giona, passando per Pinocchio e arrivando a Moby Dick, la balena sembra simboleggiare la fragilità e la piccolezza dell’uomo rispetto alla natura. A parte ciò, cos’altro sappiamo di questi animali? Forse poco: ecco che ci viene in aiuto questo magnifico libro illustrato dal talentuoso Andrea Antinori!

Tove Jansson, Mumin al mare, Iperborea (107 pagine, 12 euro)

Nati dalla fantasia della scrittrice finlandese Tove Jansson che ne ha scritto e disegnato le storie dal 1945 al 1980, i Mumin sono dei teneri troll dall’aspetto simile a ippopotami, famosissimi in tutta la Scandinavia e poco nel resto d’Europa. In questo volume estivo, papà Mumin diventa guardiano di un faro e si trasferisce con la famiglia sull’isolotto che deve custodire. Sarebbe finita qui se non fosse che la famigliola dovrà vedersela con burrasche, fantasmi e mostri marini!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here