26.4 C
Milano
14. 06. 2021 11:21

Einar, arriva il primo album: «Sanremo, nuovo punto di partenza»

Più letti

Dopo aver debuttato all’Ariston – partendo da Sanremo Giovani insieme a Mahmood – con Parole Nuove, Einar Ortiz presenterà il suo primo album alla Mondadori di piazza Duomo, dove firmerà le copie per tutti i fan. Appuntamento lunedì alle 17.30 con accesso prioritario per chi acquisterà l’album in store.

Pensieri a caldo di ritorno da Sanremo?
«Esserci al Festival a venticinque anni è stata un’esperienza unica, di quelle che non capitano tutti i giorni. Ringrazio Claudio Baglioni per avermi regalato questa chance, grazie alla quale sono riuscito a far conoscere la mia musica».

Il tuo vero primo trampolino di lancio?
«Dopo aver partecipato ad X Factor ed Amici, il palco dell’Ariston rappresenta un vero punto di partenza per la mia carriera. Qui ci sono passati tutti i big della musica ed arrivarci così giovane non può che spronarmi a dare sempre il massimo in futuro».

Non sarà stato facile…
«Di certo non è stato facile reggere questa pressione, perché è un palco storicamente tosto per qualsiasi artista. Ma ho cercato di mettercela tutta, attraverso la forza di tutti coloro che mi sostengono quotidianamente».

Magari un giorno ci tornerai con un tuo brano, visto che hai cominciato a scrivere?
«Perché no? Tornare un giorno con un mio brano sarebbe un sogno. Mai dire mai…».

Brescia ti ha adottato nel 1993, ma il lavoro ti porta spesso a Milano.
«Da Cuba mi sono trasferito a Prevalle a nove anni, insieme a mia madre e mia sorella. Mi accorgo ormai di avere una cadenza bresciana forse più forte degli stessi abitanti. Sono contento di essere arrivato in Italia, è un Paese in grado di dare molte opportunità. Ma bisogna sfruttarle al meglio, visto che nessuno ti regala niente».

Verresti mai a vivere a Milano?
«Sebbene sia una città estremamente dinamica sotto molti punti di vista, con tutto il suo movimento è naturale che ci sia anche molto traffico per le sue strade. In città così grandi come Milano, Napoli o Roma credo sia normale, ma proprio per questo non so se potrei effettivamente abitarci».

Il tuo posto preferito?
«Piazza Duomo, senza dubbi. Lo trovo un luogo molto rilassante. Non sono ancora riuscito ad entrarci ma mi sono promesso di farlo presto».

Cosa ti aspetti ti trovare in Mondadori?
«Dopo tanta fatica sanremese, ricevere l’affetto dei fan mi renderà ancora più orgoglioso del lavoro svolto. Sono molto legato a questo album, i brani al suo interno parlano molto di me e del mio percorso svolto fino ad ora».

Lunedì alle 17.30
Mondadori Megastore
Piazza Duomo, Milano
Biglietti: ingresso libero con pass


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/

In breve

Milano, alla stazione Centrale (e non solo) appaiono delle proiezioni misteriose: di cosa si tratta?

Durante il weekend alla Stazione Centrale ed in altre zone di Milano sono comparse alcune proiezioni misteriose: su maxi...