8.1 C
Milano
23. 04. 2024 12:18

Fili, a Milano arriva la superstrada ciclabile tra Cadorna e Malpensa: una delle riqualificazioni più grandi d’Europa

Nel progetto anche una sensazionale foresta sintetica che donerà ossigeno a Milano

Più letti

Questa mattina è stato presentato Fili, il progetto di rigenerazione urbana tra i più grandi d’Europa che unirà la stazione Cadorna con Malpensa. Ben 72 chilometri che verranno uniti da una superstrada ciclabile ricoperta da una foresta sintetica pensile in grado di produrre ossigeno tra i binari.

Fili, una superstrada ciclabile per Milano

Il piano di riqualificazione è sostenuto da Fnm, Ferrovienord, Trenord insieme alla Regione. L’opera porterà a rinnovare diversi centri di connessione di Ferrovienord, ma prevede anche interventi di ricucitura urbana lunga tutta la tratta.

In totale i cantieri interesseranno quasi 190mila metri quadrati di terreno. Nel dettaglio saranno interessate dai lavori le stazioni di Milano Cadorna, Milano Bovisa, Saronno e Busto Arsizio. Inoltre il progetto non interesserà solo Milano, ma si amplierà anche ad altre zone della Lombardia.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

La riqualificazione sarà orientata al verde. La Regione ha fatto sapere che verranno piantati 800mila alberi in circa 41mila ettari di terreno dislocati lungo 24 comuni. Infine l’elemento più scenico dell’opera sarà la foresta pensile che sorgerà sopra la stazione Cadorna: 72mila metri quadrati di “alberi” che produrranno ossigeno per tutta la città.

«Fili – ha spiegato il governatore della Lombardia Attilio Fontana – è un progetto nel quale Regione Lombardia ha investito in modo importante, con un totale di risorse assegnate, attraverso vari strumenti, pari a oltre 210 milioni di euro. Gli interventi spaziano dallo sviluppo sostenibile, nuovo mainstreaming di Regione Lombardia, ma anche transizione digitale, e soprattutto semplificazione. Semplifichiamo reingegnerizzando i processi, riordinando l’apparato normativo, riducendo gli oneri, soprattutto creando le condizioni perché, in logica sussidiaria, gli attori del territorio possano operare al meglio in un quadro di certezze, contribuendo alla creazione di valore pubblico»

In breve

FantaMunicipio #27: quanto ci fa bene l’associazionismo cittadino

Pranzi, musica, poesia, arte, intrattenimento, questionari, flash mob e murales: tutto all'insegna dell'associazionismo cittadino e delle comunità che popolano...