3.4 C
Milano
10. 12. 2022 09:45

La metropolitana all’Autodromo di Monza?

Suggestione in vista dell’attesissimo GP di Monza nel centenario della pista, La Russa: «Un ulteriore passo in avanti verso una mobilità condivisa»

Più letti

Unire lo sport del territorio. Tutto quanto, dalla testa ai piedi, dalla zona sud della città fino all’estremo nord e alla periferia. Un sogno che, nel corso degli anni, si è lentamente materializzato ma al quale manca ancora, per essere davvero concluso, la più canonica delle ciliegine sulla torta: la metropolitana all’Autodromo di Monza.

Metropolitana all’Autodromo di Monza: gli ultimi sviluppi

Già, quel “Tempio della velocità” che in questo 2022 compie 100 anni, che da oggi ospiterà il Gran Premio d’Italia di Formula 1 e «per il quale stiamo studiando un futuro a misura d’uomo – esordisce Geronimo La Russa, presidente dell’Automobile Club di Milano –: stiamo pensando di far arrivare qui la metropolitana. Sarebbe un ulteriore passo in avanti verso una mobilità condivisa, che renderebbe il nostro territorio ancora più coeso».

metropolitana all'autodromo di monza

Proprio qualche giorno fa, infatti, è stata stretta una partnership tra la stessa ACI Milano e la Metropolitana M5: «Abbiamo riempito un treno e una stazione dei nostri loghi e di quelli dell’autodromo per celebrare questo grande anniversario, ma anche per dire allunghiamo in fretta le metropolitane, rendiamo fruibile Monza e facile la mobilità ai cittadini». Milano, nel corso dell’anno, è riuscita a collegare con i mezzi pubblici il Forum di Assago e lo stadio di San Siro. Non resta che unire al territorio anche l’Autodromo di Monza: «Fin dal 1922, Milano ha fatto tutto quello che era in suo potere perché questi territori progredissero e diventassero famosi nel mondo – conclude La Russa –: continuiamo su questa strada, con un occhio alla mobilità sostenibile e al motosport».

Metropolitana all’Autodromo di Monza: nell’attesa, arriva il weekend del Gran Premio

Il ricco programma del Gran Premio d’Italia di Formula 1 sul circuito dell’autodromo di Monza prende il via oggi, venerdì 9 settembre, con le prove libere, dalle 14.00 alle 15.00 e dalle 17.00 alle 18.00. Domani, dopo le terze prove libere dalle 12.00 alle 13.00, si disputeranno le qualifiche dalle 16.00 alle 17.00 per determinare chi partirà in pole position. Come di consueto si gareggerà la domenica pomeriggio dalle 15.00, ma prima il tradizionale spettacolo delle Frecce Tricolori.

Riuscire a trovare i biglietti per il Gran Premio è difficile, ma non impossibile. I costi: si va da un minimo di 84 euro per l’ingresso prato ai 700 euro della tribuna centrale, cifre che si riducono a 150 euro per i bambini fini agli 11 anni. I biglietti per il sabato partono da 60 e arrivano a 275 euro. I tagliandi per il venerdì di prove libere partono da 30 euro (prato) e arrivano a 120 euro per la sola tribuna centrale.

I carnet per l’intero weekend partono da 165 euro e arrivano a 975 euro per la tribuna centrale con posto assegnato in tutte le sessioni. L’acquisto è possibile sul sito ufficiale monzanet.it, su vivaticket.com, in 1.500 punti vendita italiani e telefonicamente al numero verde gratuito 800.905.450, con l’assistenza di un operatore. Curiosità: il posto migliore per vedere il Gran Premio è la tribuna della Variante del Rettifilo, qui le auto frenano da circa 350 km/h a soli 70 km/h ed è anche uno dei migliori punti di sorpasso della pista.

In breve

FantaMunicipio #13: da orti abusivi a spazi verdi. La nuova classifica

Un paio di sopralluoghi per gli spazi verdi in città hanno ridato attenzione a due aree della città su...