1.6 C
Milano
03. 12. 2020 23:53

«L’età ibrida», a Palazzo Giureconsulti la rassegna di incontri sull’innovazione digitale

Al via una serie d'incontri per delineare il futuro di una Milano sempre più "digital"

Più letti

Ecco il nuovo Dpcm. Conte: «Ulteriori restrizioni per scongiurare la terza ondata»

«Le misure sono adeguate al livello di pericolo sul territorio», ha così esordito Conte nella sua consueta conferenza stampa...

Milano, torna di nuovo la neve? I milanesi preparano guanti e cappello

Dopo la prima spolverata della giornata di ieri, potrebbe nella giornata di domani arrivare un'altra nevicata a Milano. Le previsioni. Le...

Bollettino regionale, triste record di morti nelle ultime 24 ore: Milano, +438

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 3.751, di cui 342 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (36.271...

Siamo alla vigilia di una nuova era digitale: mai come in questi mesi stiamo realizzando l’importanza di questo fondamentale passaggio. La Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi ha organizzato un ciclo di incontri a cura di Paolo Iabichino, direttore creativo e fondatore insieme a Ipsos Italia dell’Osservatorio Civic Brands, con alcuni “pionieri della contemporaneità” su diversi temi legati all’ innovazione e alla trasformazione digitale.

L’innovazione digitale al centro del futuro di Milano

Il primo appuntamento oggi alle 18.00 a Palazzo Giureconsulti di Milano, con un dialogo tra Iabichino, Roberta Cocco – Assessora a Trasformazione digitale e Servizi civici del Comune di Milano – ed Elena Vasco, segretario Generale della Camera di Commercio di Milano. Gli eventi proseguiranno fino a dicembre con un incontro ogni quindici giorni. Ci sarà a disposizione un numero limitato di posti prenotabili per assistere dal vivo ad ogni dibattito, ma in alternativa sarà possibile seguire in diretta streaming iscrivendosi alla piattaforma GoToWebinar. A distanza di alcuni giorni si potranno poi rivedere i video sul canale Youtube della Camera di Commercio.

età ibrida milano

L’obiettivo è quello di coinvolgere professionisti e appassionati verso i temi dell’innovazione digitale, grazie ad un confronto tra pubblico e gli esponenti più autorevoli del fare impresa nel nostro tempo. Un’occasione per riflettere su un contesto in evoluzione e rendere Milano la vetrina digitale d’Italia.
«Il nuovo tempo richiede uno sforzo inedito» afferma Paolo Iabichino, ideatore e direttore creativo della kermesse, «per chi fa impresa l’impegno è ancora più marcato, perché le istanze di profitto devono saper incontrare impegni civici e sociali, non solo quelli dettati dal mercato».

Tanti gli ospiti in calendario, primi dialoghi con l’economista Nicolò Andreula, autore di #Phygital: Il nuovo marketing, tra fisico e digitale e Giulio Xhaet, autore di #Contaminati: Connessioni tra discipline, saperi e culture. Non mancherà una riflessione linguistica con Vera Gheno, Sociolinguista e Traduttrice, mentre a fine novembre sarà il turno di Assunta Corbo, Fondatrice del Constructive Network, il primo network italiano di professionisti dell’informazione dedicato alla comunicazione costruttiva e al giornalismo delle soluzioni.

 

In breve

Le cartoline di Natale dei ragazzi dello Ied per essere diversamente “positivi”

Dare una nuova e ulteriore accezione alla parola positivo, ovvero essere contagiosi ma in modo diverso rispetto a quanto...

Milano, torna di nuovo la neve? I milanesi preparano guanti e cappello

Dopo la prima spolverata della giornata di ieri, potrebbe nella giornata di domani arrivare un'altra nevicata a Milano. Le previsioni. Le previsioni meteo evidenziano una perturbazione...

Bollettino regionale, triste record di morti nelle ultime 24 ore: Milano, +438

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 3.751, di cui 342 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (36.271 oggi) e positivi che sale...

Le cartoline di Natale dei ragazzi dello Ied per essere diversamente “positivi”

Dare una nuova e ulteriore accezione alla parola positivo, ovvero essere contagiosi ma in modo diverso rispetto a quanto abbiamo sperimentato da nove mesi...

“Aquile randagie”, un documentario per ricordare il gruppo ribelle di scout milanesi

Nel gennaio 1927 Mussolini decretò lo scioglimento dei reparti scout, affidando la disciplina muscolare dei giovani italiani all'Opera Barilla. Un gruppo di scout tutto...

Potrebbe interessarti