17 C
Milano
14. 06. 2024 04:46

Prolungamento della metro M1 fino a Baggio: c’è il rendering. Lavori per quasi mezzo miliardo di euro, si parte nel 2025

Oltre ai fondi nazionali, il Comune cerca investimenti europei: servono oltre 433 milioni di euro, l’inizio delle opere è previsto nel 2025

Più letti

È stato pubblicato il bando europeo per l’affidamento dei lavori per il prolungamento della linea rossa da Bisceglie fino a Baggio: 3,3 km con tre stazioni, Parri-Valsesia, Olmi e Baggio. L’importo è di oltre 433 milioni di euro. L’inizio delle opere è previsto nel 2025 e la durata sarà di 5 anni e mezzo.

Prolungamento della metro M1 fino a Baggio: il rendering

Si tratta di un prolungamento particolarmente importante perché consente di connettere quartieri popolosi e in forte crescita in un’ottica di mobilità sostenibile. Il progetto, realizzato da MM Spa, che è anche stazione appaltante, presenta alcune soluzioni innovative. Tra queste la prevenzione incendi con tecnologie all’avanguardia capaci di garantire i più alti livelli di sicurezza.

Prolungamento della metro M1 fino a Baggio
Prolungamento della metro M1 fino a Baggio

Inoltre, il progetto è stato sviluppato impiegando la metodologia BIM (Building Information Modeling), con un approccio integrato di tutti gli elementi progettuali delle opere modellate e quindi con una visione totale sul progetto: non solo sulla sua realizzazione materiale, ma anche nell’impatto delle opere sull’ambiente, potenzialmente per tutto il ciclo di vita dell’opera.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Prolungamento della metro M1 fino a Baggio: il progetto

Il prolungamento verso ovest della linea M1 si articolerà dall’attuale asta di manovra della stazione Bisceglie con un tratto completamente interrato e comprende tre stazioni (Parri-Valsesia, Baggio e Olmi), sei manufatti lungo la linea e un nuovo deposito dei treni. La galleria sarà quasi interamente realizzata con la “talpa” (TBM), minimizzando in questo modo gli impatti in superficie.

Le aree interessate dalle opere saranno oggetto di un’importante riqualificazione, non circoscritta agli spazi immediatamente limitrofi alle stazioni, con l’obiettivo di riconsegnare alla cittadinanza luoghi polifunzionali e parchi urbani. In quest’ottica si prevede la completa ristrutturazione del Centro Sportivo AICS Olmi.

_______________________________________________

24/02/2024 – Il Governo ha dato il via libera a un decreto che assegna i fondi necessari per il prolungamento della metro M1 fino al quartiere di Baggio. Il decreto, del valore di 281 milioni di euro, è stato annunciato dall’assessora comunale alla Mobilità, Arianna Censi.

Metropolitana M1, metro rossa chiusa
Metro rossa M1

Gli investimenti serviranno non solo per il prolungamento della metro M1

La parte più significativa degli investimenti riguarda il prolungamento della metro M1 fino a Baggio, l’espansione del deposito dei treni al Gallaratese e la riqualificazione della metrotranvia che collega Milano a Limbiate.

Prolungamento della metro M1, Parri, Baggio e Olmi le nuove fermate

Per quanto riguarda il prolungamento della metro M1, sono previste tre nuove stazioni lungo il percorso: Parri, Baggio e Olmi. Si tratta di un progetto ambizioso che richiederà la costruzione di 3,3 chilometri di nuovi binari, per una spesa totale stimata in 534 milioni di euro. Il Governo ha stanziato inizialmente 145 milioni per questo progetto, con l’avvio delle gare d’appalto previsto entro la fine dell’anno in corso e i lavori che dovrebbero iniziare nel 2025, con una durata prevista di cinque anni e mezzo.

Il deposito al Gallaratese sarà ampliato, investimento da 47 milioni

L’attuale deposito dei treni al Gallaratese sarà ampliato per diventare un importante centro di ricovero e manutenzione dei convogli di diverse linee della metropolitana, con un investimento di 47,6 milioni di euro.

Metrotranvia Milano-Limbiate, a breve saranno lanciate le gare di appalto

Infine, il progetto della metrotranvia Milano-Limbiate, cruciale per il collegamento tra la città e l’area metropolitana del Nord Milano e la Brianza. Il costo totale di questo progetto è di 179 milioni di euro. Sebbene inizialmente finanziato dallo Stato e da altri enti, una serie di extracosti hanno rallentato il programma e causato la perdita di finanziamenti europei. Tuttavia, il governo ha ora stanziato ulteriori 88 milioni di euro per coprire gli extracosti e i finanziamenti persi, con le gare d’appalto pronte per essere lanciate entro breve.

L’obiettivo è migliorare sempre di più la mobilità

Questi progetti rappresentano importanti investimenti nell’infrastruttura di trasporto, con l’obiettivo di migliorare la mobilità e la connettività per i cittadini di Milano e delle aree circostanti.

In breve

FantaMunicipio #34: inizia la stagione dei maxi eventi estivi

Ippodromo San Siro, ippodromo La Maura, San Siro e adesso anche Quinto Romano con il Latin Festival. Milano è...