21.9 C
Milano
19. 05. 2022 01:38

Daspo per i due rapper Baby Gang e Rondo da Sosa: non potranno entrare nei locali

Niente pub, discoteche e ristoranti per 24 mesi

Più letti

È stato emesso un provvedimento di daspo per i due rapper Baby Gang e Rondo da Sosa, che ora non potranno entrare in bar, pub e discoteche di Milano per i prossimi due anni. Una decisione, quella presa dal questore Giuseppe Petronzi, che arriva in seguito ad episodi di minacce ed aggressioni che ha visto protagonisti i due rapper. E di fatto concede un nuovo riflettore all’immenso problema delle baby gang legate al mondo della musica rap, fenomeno che ha registrato nel corso degli anni diversi episodi.

Daspo per i due rapper Baby Gang e Rondo da Sosa, ecco cos’è accaduto

Ma perché è stato emesso un daspo per i due rapper Baby Gang e Rondo da Sosa? Il diciannovenne Mattia Barbieri, al secolo Rondo da Sosa, in compagnia di alcuni amici, aveva provato ad entrare nella discoteca Old Fashion di viale Alemagna, in zona Triennale. All’ingresso, però, i ragazzi vennero respinti dalla sicurezza, a causa dei molti episodi violenti che, nel corso del tempo, li avevano visti protagonisti. Dopo poco è giunto sul posto anche il ventenne Zaccaria Mouhib, per tutti Baby Gang, il quale si distingueva per minacce a proprietario e vigilantes e poi, insieme a una trentina di ragazzi a volto coperto (ancora da identificare a parte i sei indagati), per il lancio di sassi contro il locale. Nella stessa occasione, la banda ha aggredito anche il rapper Laioung. 

La ricostruzione dei fatti 

È stata la squadra mobile a ricostruire la dinamica dei fatti, avvenuti nella notte tra l’11 e il 12 luglio, e ad individuare i responsabili del tutto, grazie alla denuncia del gestore, all’analisi delle telecamere e alle testimonianze della security. Barbieri, Mouhib e altri quattro ragazzi, di età compresa tra 18 e 30 anni e di cui tre con precedenti e uno invece incensurato, sono stati denunciati per danneggiamento, minacce e percosse. 

Il Daspo Willy, che cos’è e da dove prende origine

Ora è arrivato anche il cosiddetto Daspo Willy, la norma che prende il nome da Willy Monteiro Duarte. Quest’ultimo, 20enne ragazzo italo-capoverdiano, fu ucciso a Colleferro, paese in provincia di Roma, la notte del 6 settembre 2020 e, in quell’occasione, si dispose il divieto di frequentare i locali di pubblico intrattenimento per i destinatari del provvedimento.

Quando Rondo da Sosa andò a colloquio con il Sindaco Beppe Sala

Il fenomeno delle baby gang e del mondo del rap lascia  dunque un nuovo segno, dopo il maxi assembramento, con conseguente aggressione alla polizia, avvenuto solo lo scorso 10 aprile scorso in piazzale Selinunte. Il diciannovenne Mattia Barbieri, al secolo Rondo da Sosa, il 15 aprile scorso fu ricevuto a Palazzo Marino dal Sindaco Beppe Sala. Un incontro in cui i due discusero delle problematiche di San Siro.

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...