4.1 C
Milano
08. 12. 2022 23:55

Jova Beach Party 2022: uno, nessuno e 60mila Bresso

Tante critiche, ma anche la consapevolezza che questi eventi vanno sostenuti per diversi motivi

Più letti

Il Jova Beach Party 2022 si è concluso a Bresso, alle porte di Milano, con una grande festa della musica che ha unito tutti. Numeri contrastanti, ma sono circa 60mila le persone che hanno partecipato a questa grande festa della musica, che di fatto saluta l’estate e chiude idealmente il cerchio dei grandi eventi all’aperto. Non che non ne vengano più fatti, sia ben chiaro: il Milano Rock Festival, solo per citarne uno, è in pieno svolgimento all’Ippodromo di San Siro. Ma è un po’ come se, da un palco, tu salutassi l’estate. Tirando le somme, però, si può tranquillamente dire che il Jova Beach Party 2022 è stato un successo. E che è giusto che venga riproposto come format.

Jova Beach Party 2022, tutto sulla tappa di Bresso

https://twitter.com/mitomorrow/status/1568722261783322625?s=46&t=nFteYNvaSPZzWkjHw__4AQ

Uno dei principali motivi per il quale il Jova Beach Party 2022 e in generale eventi di questa portata e struttura debbano essere riproposti, sta nel fatto che si è privilegiato la piccola località limitrofa alla grande città piuttosto che quest’ultima: molti cantanti, nel corso dei decenni, hanno sempre avuto paura di andare in provincia, con il più che lecito timore di non riuscire a riempire i palazzetti. Bresso, invece, ha dimostrato che è diametralmente un discorso opposto: un piccolo comune italiano di appena 26.118 abitanti, confinante con Milano, Sesto San Giovanni, Cinisello Balsamo, Cormano e Cusano Milanino, che si riempie e diventa l’ombelico del mondo della musica per una serata. Come successo a Lignano Sabbiadoro, Marina di Ravenna, Gressan, Albenga, Marina di Cerveteri, Barletta, Fermo, Roccella Jonica, Vasto, Castel Volturno e Viareggio. Città, paesi, che forse tutte assieme raggiungono la popolazione di una città media.

L’importanza della provincia e dell’hinterland

Al netto delle critiche degli ambientalisti, sulle quali non ci esprimiamo per mancanza di conoscenza della materia ma che vanno giustamente registrate, il Jova Beach Party 2022 ha sollevato un grave dilemma rimasto spesso in disparte: l’importanza della provincia e dell’hinterland delle grandi città. Già, perché svolgere eventi di questa portata in zone limitrofe ha una serie di vantaggi incredibili: da una parte ti consente di poter avere delle strutture con spazi ampi da poter utilizzate; strutture dove, di norma, non si va a cantare e quindi hai anche meno concorrenza nel calendario. Senza dimenticare i costi, sicuramente inferiori rispetto a teatri, stadi e quant’altro. E poi consente all’hinterland di vivere, diventare punto di riferimento: in quanti prima conoscevano Bresso? E in quanti sapevano che esiste una pista di atterraggio?

Jova Beach Party 2022 a Bresso, foto Fotogramma
Jova Beach Party 2022 a Bresso, foto Fotogramma

Gli ospiti e le canzoni della tappa di Bresso

A Bresso molti sono stati gli ospiti di Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti: da Tananai a Rkomi, poi Ackeejuice Rockers, Baloji, Benny Benassi, Ckrono, Epoque, J.P. Bimeni & The Black, Belts, Nicol, Shantel e il quartetto d’archi Foti. Senza dimenticare Max Pezzali e Gianni Morandi. Con Lorenzo una band composta da Saturnino, al basso al suo fianco da 35 anni, Riccardo Onori alla chitarra, Christian “Noochie” Rigano alle tastiere, Gianluca Petrella ai fiati, Franco Santarnecchi al piano, Leo di Angilla alle percussioni, Davide Rossi al violino e Kalifa Kone, polistrumentista. E la scaletta del concerto è stata di quelle da over the top:

  • Una tribù che balla
  • I love you baby
  • Sensibile all’estate
  • Viva la libertà
  • Sei un mito
  • Hanno ucciso l’Uomo Ragno
  • Gli anni
  • L’estate addosso
  • Sabato
  • Il sole sorge di sera
  • Musica
  • Il boom
  • Nuova era
  • Safari
  • Apri tutte le porte
  • L’Allegria
  • Fatti mandare dalla mamma
  • C’era un ragazzo che come me amava i Beatles e i Rolling Stones
  • Ragazza magica
  • Baciami ancora
  • Sapore di sale
  • Le tasche piene di sassi
  • Tensione evolutiva
  • Penso positivo
  • Play Video
  • Un raggio di sole
  • Megamix
  • Non m’annoio
  • L’ombelico del mondo
  • (Tanto)³
  • Gli immortali
  • Estate
  • Il più grande spettacolo dopo il big bang
  • Ti porto via con me
  • Ragazzo fortunato
  • A te

Un evento fatto di socialità, amore e a misura d’uomo

È stato l’evento della socialità, quello dove persone che non si conoscono si sono unite nel segno dell’amore per la musica. Già, l’amore, qualcosa che ultimamente purtroppo manca enormemente; e invece eccolo lì, l’evento a misura d’uomo. Evento raggiungibile con i mezzi pubblici, attraverso la Metropolitana 5 (fermata Bignami) o la Metropolitana 1 di Sesto Rondò, oltre alla stazione ferroviaria di Cormano-Cusano. Sperando che un esperimento di questo genere venga riproposto anche in futuro.

In breve

FantaMunicipio #13: da orti abusivi a spazi verdi. La nuova classifica

Un paio di sopralluoghi per gli spazi verdi in città hanno ridato attenzione a due aree della città su...