5.8 C
Milano
22. 04. 2024 19:17

MilanoSanremo, il PODCAST di oggi. Ordine dei cantanti in gara, Mengoni: «Sto sudando»

Sarà Clara ad aprire la prima serata del Festival. “MilanoSanremo” è il PODCAST per commentare tutto ciò che accade a Sanremo2024: 30 minuti di notizie, curiosità, retroscena sul Festival della canzone italiana

Più letti

Sarà Clara ad aprire la prima serata del Festival di Sanremo. L’ufficialità è stata data da Amadeus della conferenza stampa di martedì mattina. «Credo di aver sempre  iniziato con una donna, mi piace anche per galanteria. Chiaramente gli ultimi della prima serata saranno tra i primi nelle serate di domani e dopodomani».

MilanoSanremo, l’ordine dei cantanti in gara

Dopo Clara, toccherà a Sangiovanni e via via a tutti gli altri chiamati ad esibirsi durante la prima serata. La veterana Fiorella Mannoia lascerà poi spazio ai più giovani La Sad, Irama, Ghali. Sarà poi la volta degli attesissimi Negramaro e Annalisa. Mahmood e Diodato saranno seguiti da Loredana Bertè.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

MilanoSanremo, il FantaSanremo di Mi-Tomorrow
MilanoSanremo, il FantaSanremo di Mi-Tomorrow

MilanoSanremo, la scaletta

Geolier precederà invece Alessandra Amoroso. Grande attesa per The Kolors e Angelina Mango, oltre che per Il Volo. La serata proseguirà con Big Mama, Ricchi & Poveri, Emma, Nek & Renga, Mr. Rain, Bnkr44 e Gazzelle. Gli ultimi a salire sul palco saranno Dargen D’Amico, Rosa Villain, Santi Francesi, Fred De Palma, Maninni, Alfa e Il Tre.

MilanoSanremo, le parole di Mengoni

In conferenza stampa ha parlato anche Marco Mengoni, co-conduttore: «In verità sento di non essermi mai staccato da Sanremo, come se mi fossi addormentato un secondo e sono ancora qua. Da questo punto di vista mi sento fortunato, non tutti avranno questa possibilità. E poi attiro l’invidia dei miei amici perché stasera potrò dire: ‘dirige l’orchestra il maestro..’. Sono davvero felice».

«Sto sudando, ma faccio finta di essere impassibile: so fingere bene – ha scherzato -. Ho provato tutte le voci possibili e immaginabili per non apparire emozionato. Ho studiato molto e ho preso delle cose dai vecchi festival. i hanno lasciato la libertà di esprimermi. Quello che ho proposto e volevo proporre è stato accettato. Ma facendo un altro mestiere, entro in punta di piedi, cercando di portare me stesso, nell’ambito della verità e dell’onestà. Anche perché non saprei fare diversamente».

In breve

FantaMunicipio #26: come tanti Ciceroni fai da te, alla scoperta di alcuni angoli di quartiere

Quante volte camminiamo per la città, magari distratti o di fretta, e non ci accorgiamo di quello che ci...