22.5 C
Milano
25. 06. 2024 15:20

Oltre 12mila medici e sanitari no vax in Lombardia: pronte a scattare le sanzioni (soft)

Con il mese luglio scattano i primi provvedimenti contro i sanitari no vax. Tuttavia nessuno sembra voler utilizzare il pugno di ferro

Più letti

Dalle parole ai fatti. Almeno così dovrebbe essere sulla carta. A partire dal mese di luglio scattano le sanzioni per i sanitari no vax: sono all’incirca 12mila in tutta la Regione.

Sanzioni progressive per i sanitari no vax

Le sanzione previste sono progressive: si va dalla spospensione del diritto di svolgere alcune mansioni fino alla sospensione senza stipendio. Secondo le statistische su una platea di circa 250mila operatori sanitari solo il 5% si rifiuta di sottoporsi alla vaccinazione.

L’approccio generale resta comunque di tenere la sospensione come extrema ratio. Per ora le Ats lombarde stanno ancora inviando le lettere per chiedere le documentazioni giustificative o, laddove non pervenga, comunicare i termini entro i quali bisognerà sottoporsi obbligatoriamente alla vaccinazione.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Quando l’iter accerta che l’operatore è ideologicamente contrario alla somministrazione si procede allo spostamento ad altra mansione, come confermato dall’assessora al Welfare Letizia Moratti. Dove non sarà possibile il trasferimento scatterà la sospensione senza stipendio, che per ora non andrà oltre il 31 dicembre. Insomma, non verrà usato il pugno di ferro con i sanitari no vax.

In breve

FantaMunicipio #36: l’eterno movimento dei progetti che riscrivono la città

Questa settimana facciamo il punto su tanti progetti che, in piccolo o in grande, si propongono di dare un...