17.6 C
Milano
13. 04. 2024 01:25

Coronavirus, scontro Fontana-Conte sui poteri alla Regione

«Parole in libertà che mi auguro siano dettate dalla stanchezza e dalla tensione di questa emergenza»

Più letti

Se il coordinamento tra i sistemi sanitari nazionali non riuscisse a contenere il coronavirus, il governo «è pronto a misure che contraggono le prerogative dei governatori».

 

L’affermazione del premier Giuseppe Conte sta scatenando un vero e proprio scambio al veleno con il presidente della Lombardia, Attilio Fontana. «Il sistema sanitario – ha osservato il Presidente del Consiglio – in Italia è di competenza regionale e non è predisposto per una emergenza Nazionale. Per questo un coordinamento è necessario. Se non siamo coordinati non riusciremo a contenere il coronavirus in modo efficace. Per questo domani mattina parlerò con tutti i governatori in videoconferenza, anche quelli delle regioni che non sono coinvolti. Tutti dobbiamo perseguire un coordinamento. Se non ci riuscissimo saremmo pronti a misure che contraggano le prerogative dei governatori. Ma non dobbiamo arrivare a questo, anche perché per ora la collaborazione è accentuata. il coordinamento funziona Ci aspettiamo un impatto sul contenimento. Ma se fosse necessario occorreranno misure centralizzate efficaci. Misure straordinarie».

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Coronavirus, la reazione del governatore Fontana

«Irricevibile e, per certi versi, offensiva». Così il governatore Fontana giudica l’ipotesi del premier. «Parole in libertà – aggiunge il presidente della Lombardia – che mi auguro siano dettate dalla stanchezza e dalla tensione di questa emergenza».

In breve

FantaMunicipio #26: come tanti Ciceroni fai da te, alla scoperta di alcuni angoli di quartiere

Quante volte camminiamo per la città, magari distratti o di fretta, e non ci accorgiamo di quello che ci...