21.5 C
Milano
25. 06. 2024 14:00

Fontana: «Pronti a chiudere tutto se l’indice dovesse risalire»

Il governatore Fontana racconta in una lunga intervista la nuova ordinanza regionale relativa alle nuove riaperture

Più letti

Il governatore lombardo Attilio Fontana ha rilasciato durante un’intervista con il Corriere della Sera, alcune dichiarazioni in merito alla nuova ordinanza regionale.

Confronto governo. I tempi relativi all’emanazione dell’ultima ordinanza si sarebbero allungati proprio a causa di un tira e molla tra Regione e Governo. « Ci sono stati contrasti di carattere giuridico – spiega Fontana -. Ma alla fine le nostre linee guida sono state inserite nel dpcm. Con quelle dell’ Inail certe attività non sarebbero mai potute ripartire».

Attilio Fontana
Attilio Fontana

Rispetto al dpcm le differenze in Lombardia saranno minime. «Riguardano il fatto – sottolinea il governatore – che noi non apriremo subito le piscine, le palestre, i centri benessere e che per andare al ristorante è necessario misurare la febbre».

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Monito.  Tuttavia la situazione sarà monitorata costantemente ed in caso di trasgressioni e nuovi focolai il presidente lombardo si dichiara pronto nuovamente a «chiudere tutto». «Bisogna occuparsi della ripresa senza però mai dimenticarsi della sicurezza – conferma ai microfoni del Corriere -.E se l’indice dovesse risalire, siamo pronti a richiudere».

Murales. Durante l’intervista Fontana ritorno anche sulla questione del murales “Fontana assassino” comparso nei giorni scorsi a Milano. «È stato un ritorno al passato, a persone che speravo non esistessero più – conclude il governatore -. Però devo dire che la pesantissima campagna mediatica contro di me può spiegare certe reazioni».

In breve

FantaMunicipio #36: l’eterno movimento dei progetti che riscrivono la città

Questa settimana facciamo il punto su tanti progetti che, in piccolo o in grande, si propongono di dare un...