24.6 C
Milano
19. 05. 2022 00:05

I contestatori del 25 aprile a Milano: «Fuori la Nato dal corteo»

Il racconto degli striscioni e degli slogan degli antagonisti e dei contestatori durante il corteo del 25 aprile a Milano

Più letti

Bandiere Usa e della Nato sono comparse, a Milano, nello spezzone di testa del corteo per il 25 aprile che celebra il 77° anniversario della Liberazione. I vessilli sono stati issati da alcuni gruppi ed associazioni di orientamento atlantista che si sono posizionate a fianco della Brigata ebraica, che però espone solo bandiere israeliane e della Brigata medesima.

Slogan e proteste al corteo del 25 aprile contro la Nato

Anche la comunità ucraina ha issato le sue bandiere e uno striscione con la scritta “Il putinismo non passa”. “Oggi come ieri dalla parte giusta”, appare su uno striscione con il simbolo Nato esposto da un’altra associazione. “Fuori la Nato dal corteo” è lo slogan urlato invece da un gruppo di antagonisti contro alcuni manifestanti che hanno sfilato a Milano con le bandiere della Nato e che hanno replicato urlando “libertà” e “fuori i fascisti dal corteo”. I due gruppi hanno creato una sorta di imbuto nel corso del corteo e sono intervenute le forze dell’ordine per tenerli separati, circondando il gruppo di antagonisti. Dopo un breve momento di tensione, il corteo è tornato a sfilare senza ulteriori problemi.

nato

Di tutt’altro tenore, infine, gli striscioni in fondo al corteo: “Dallo Yemen alla Palestina sionisti terroristi e Nato assassina”, ma anche “Fuori la Nato dall’Italia, fuori la Nato dall’Ucraina”: questi alcuni dei cartelli portati da antagonisti e partiti di sinistra.

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...