29.1 C
Milano
13. 07. 2024 21:19

Omicidio a Cologno Monzese, Sofia Castelli a 20 anni uccisa a coltellate dall’ex fidanzato

Il delitto risale alla scorsa notte ed è avvenuto nell'appartamento della ragazza, una giovane di 20 anni

Più letti

Omicidio a Cologno Monzese: un 23enne italiano di origini marocchine, attualmente in stato di fermo presso la caserma dei carabinieri, è accusato di aver ucciso, con più coltellate alla gola, la ex fidanzata, una 20enne italiana. Il delitto risale alla scorsa notte ed è avvenuto nell’appartamento della ragazza. Indagini in corso da parte dei carabinieri di Sesto San Giovanni per ricostruire la dinamica dei fatti e il movente dell’omicidio. Il 23enne si è presentato all’alba confessando il delitto presso il comando della Polizia Locale.

omicidio a Milano, via cogne

Omicidio a Cologno Monzese, il nome della vittima

La ragazza si chiamava Sofia Castelli e aveva soltanto 20 anni. Secondo le ricostruzioni, il delitto è avvenuto nell’appartamento della giovane in corso Roma 100 a Cologno Monzese, in una zona centrale della cittadina. I genitori della vittima si trovavano in Sardegna e non appena hanno appreso la notizia della morte della propria figlia hanno fatto ritorno nel comune a nord est di Milano.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Omicidio a Cologno Monzese, chi era la vittima

Sofia Castelli era iscritta alla facoltà di sociologia dell’università Bicocca di Milano. Era molto attiva sui social, tanto che alle prime luci dell’alba, sul suo profilo Instagram aveva pubblicato un’ultima foto del palazzo dove viveva. Resta da chiarire il movente ma tutto arebbe avvenuto dopo che i due, ormai non più fidanzati, e un’amica della ragazza avevano trascorso la serata insieme alla discoteca The Beach di via Corelli a Milano.

Omicidio a Cologno Monzese, ancora una donna uccisa

Ancora una volta un femminicidio, a due mesi di distanza dal delitto di Giulia Tramontano, la 29enne di Senago al settimo mese di gravidanza scomparsa e poi ritrovata morta non lontano dalla sua abitazione. A far recuperare il corpo della ragazza era stato il fidanzato e futuro papà del bimbo che Giulia portava in grembo, Alessandro Impagnatiello, barman di 30 anni in un noto locale di Milano che ha confessato il delitto.

In breve

FantaMunicipio #38: mai come quest’anno Milano da numero uno, vince il Municipio 1

In una agguerrita edizione del FantaMunicipio è il Municipio 1, quello del centro storico, guidato dal presidente Mattia Abdu...