21.3 C
Milano
02. 10. 2022 22:19

Regioni in pressing: «Con miglioramento dati valutare riaperture dal 20 aprile»

Più letti

«Fornire prospettive a quei settori chiusi valutando aperture subito dopo il 20 aprile, nel caso di
un miglioramento dei dati epidemiologici, per poi permettere da maggio la ripartenza di attività in stand-by da troppo tempo come le palestre». E’ la sintesi della posizione delle Regioni che giovedì incontreranno il premier Mario Draghi in merito ai fondi Recovery e che nella stessa giornata si confronteranno col governo nella Conferenza Stato-Regioni.

Cabina di Regia. Nel corso della prossima settimana la cabina di regia del Governo potrebbe essere convocata proprio per programmare possibili riaperture, sulla base di un eventuale miglioramento dei dati epidemiologici. Il provvedimento, si apprende da fonti di Governo, dovrebbe essere contenuto in una delibera da approvare in Consiglio dei Ministri.

Portavoce. Tra i più strenui sostenitori della linea della programmazione delle aperture è il presidente della Liguria, Giovanni Toti, che proprio su Facebook aveva sintetizzato il pensiero dei governatori: «Se si vuole essere seri bisogna avere il coraggio e la fermezza di chiudere quando serve chiudere. Significa che quando chiediamo di riaprire lo facciamo a ragion veduta. Se si può, dove potremo, riapriremo e lo dico con la consapevolezza che quando c’è stato bisogno di chiudere lo facciamo per salvare le persone».

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...