5.1 C
Milano
23. 04. 2024 03:25

Sala: «La mia colpa? “Milano non si ferma”, ma era così ovunque»

Più letti

Siamo ormai in Fase 2. E il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, guarda avanti, ma con prudenza. «Ritengo sia giusto riaprire ma ci metterò grande prudenza, attenzione e vigilanza e se vedrò che le cose non vanno come devono mi farò sentire», ha spiegato il primo cittadino a Telelombardia.

Errori. Sala ha ribadito ancora l’errore di rilanciare il video con lo slogan “Milano non si ferma”. «Non avevamo capito – ha affermato il sindaco -, ma potrei dire che era così ovunque, anche tra i medici c’erano pareri diversi, se è un errore è un errore che ho fatto, questa è la mia colpa». E ancora: «Da lì ho cercato di lavorare ogni giorno e di non sbagliare più. Sono molto tonico, molto motivato. Serviranno 100 giorni ancora, o altri 200, ma io ci sarò».

Multe. Il sindaco, nel corso della trasmissione Iceberg, è tornato anche sulla vicenda delle multe elevate ieri mattina dalla Polizia di Stato ai ristoratori che protestavano in piazza Sempione: «I ristoratori devono avere la nostra solidarietà e il nostro aiuto e penso che anche rispetto alle multe una soluzione si troverà». Della vicenda il sindaco ha spiegato di averne parlato anche con il Prefetto: «Il tema delle multe – ha aggiunto Sala – non penso che sia rilevante perché sono abbastanza certo che una soluzione si troverà, ma rimane il problema per loro che oggi il mondo è cambiato. Prima si andava sempre al ristorante, oggi non si va più». Infine, una promessa proprio ai proprietari di bar e ristoranti: «Mi spenderò per velocizzare i tempi e far sì che possiate utilizzare spazi all’aperto, con meno burocrazia».

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Piste ciclabili. Sala ha risposto anche ai commercianti di corso Buenos Aires contrari alla nuova pista ciclabile: «Rispetto le opinioni di tutti e capisco che adesso è facile che ci sia nervosismo. Ma vi ricordate le polemiche quando è stato pedonalizzato corso Vittorio Emanuele? Non voglio fare l’ambientalista da quattro soldi, ma questa è una fase dove dobbiamo sperimentare qualcosa di nuovo altrimenti subiamo e basta».

In breve

FantaMunicipio #26: come tanti Ciceroni fai da te, alla scoperta di alcuni angoli di quartiere

Quante volte camminiamo per la città, magari distratti o di fretta, e non ci accorgiamo di quello che ci...