12.5 C
Milano
17. 05. 2021 05:21

Dopo la pandemia, è il momento della “sindemia”: di che cosa si tratta?

Il congresso nazionale della Società Italiana di NeuroPsicoFarmacologia lancia l'allarme: di che cosa si tratta?

Più letti

Durante il congresso nazionale della Società Italiana di NeuroPsicoFarmacologia, a cui era presente anche il professor Massimo Galli, si è parlato della mutazione in corso della pandemia in “sindemia”. Ma di cosa si tratta?

Disagio sociale. No, non si tratta di una nuova mutazione genetica del virus, ma di un allarmante mix tra pericolo clinico e sociale. È quello che sta avvenendo ormai da alcuni mesi: l’impatto sanitario del virus ha forti ripercussioni economiche, emotive e culturali tali da agire come un moltiplicatore senza precedenti anche del malessere psichico.

Il congresso ha messo in evidenza che si prevede «un milione di nuovi casi di disagio mentale», sull’onda della crisi economica, dei lutti, della paura. «In chi è entrato in contatto con il virus – affermano gli esperti psichiatri, farmacologi, neurologi e psicologi – aumenta fino a 5 volte la probabilità di sintomi depressivi e si stima che nei prossimi mesi possano emergere fino a 800mila nuovi casi di depressione. In più, metà dei contagiati manifesta disturbi psichiatrici».

 

In breve

Fontana conferma le parole di Bertolaso: «Tutti vaccinati entro luglio»

Dopo il consulente Guido Bertolaso anche il governatore Attilio Fontana ha confermato che entro luglio tutti i lombardi riceveranno...