2.8 C
Milano
22. 01. 2021 08:07

Tamponi ai minimi durante le feste: ecco i motivi

Il numero di tamponi processati negli ultimi giorni è decisamente crollato: i motivi

Più letti

Mudimbi, il meltin’pot della musica: «Qui grazie a questa voce»

«Ho capito che potevo farcela quando Radio Deejay ha passato una mia traccia nel programma Asganaway». Da via Massena...

Il Moro, la band del figlio di Iacchetti si presenta: «Dai balconi quella carica giusta»

Nuoteremo in mare - disponibile su tutte le piattaforme digitali – è il nuovo singolo della band milanese Il...

Bollettino regionale, diminuiscono i ricoverati in terapia intensiva: Milano, +248 contagi

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 2.234, di cui 119 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti...

Negli ultimi giorni il numero di tamponi effettuati è decisamente crollato. I test sono passati da una media di 30.000 delle scorse settimane agli appena 5.000 durante i giorni natalizi. Per quale motivo?

Spiegazione. I laboratori, nonostante le feste, erano regolarmente in funzione. «Il calo non è legato alla disponibilità di tamponi, ma alla minor richiesta — spiega il responsabile delle Malattie infettive di Ats Marino Faccini —. I posti negli ambulatori ci sono, non è un problema di offerta, ma di domanda».

tamponi ats

Esiste anche un aspetto positivo però in questa situazione. Con il crollo della domanda, la task force di Ats potrà investire maggiormente le proprie risorse sul tracciamento, attività piuttosto carente nei mesi del boom della seconda pandemia.

Al calo dei tamponi corrisponde però un rialzo della percentuale dei positivi. La percentuale tra positivi e tamponi è tornata sopra il 10% negli ultimi giorni per poi crollare nuovamente al 7,2% nella giornata di ieri. «Un trend giustificato dal fatto che la grande maggioranza dei test di questi giorni sono stati processati su pazienti sintomatici», spiega ancora Marino Faccini.

In breve

Milano, la rivolta dei centri estetici: «Abusivismo smisurato in zona rossa»

Tra i settori colpiti dall’istituzione della zona rossa in Lombardia ci sono i centri estetici, costretti nuovamente le serrande...

Potrebbe interessarti