-3 C
Milano
19. 01. 2021 05:58

Quale squadra si aggiudicherà Euro 2021?

Più letti

A Milano iniziano a fioccare le multe dopo la fronda dei ristoratori di #ioapro

I titolari e i clienti che hanno infranto le regole lo scorso venerdì aderendo alla campagna #ioapro non la...

Fontana: «Tra stasera e domani il ricorso. Sono convinto che la Lombardia sia arancione»

Il governatore Fontana torna ad attaccare il governo sulla questione zona rossa. «I nostri avvocati hanno predisposto il ricorso...

Prese in ostaggio una guardia giurata nel Duomo: l’esito della perizia psichiatrica

Mahmoud Elhosary, il 26enne che quest'estate, il 12 agosto scorso, fece irruzione al Duomo prendendo in ostaggio una guardia...

Cosa ci dicono i pronostici relativamente al prossimo Europeo?

Venerdì 11 giugno 2021. Cerchiate in rosso questa data sul calendario, se non l’avete ancora fatto, perché non sarà un giorno qualsiasi. Come? Lo avete già dimenticato? Venerdì 11 giugno 2021 avrà finalmente inizio Euro 2021. L’Europeo più atteso degli ultimi anni, e il primo a essere disputato in un anno dispari, si prospetta spettacolare perché ci sono più squadre favorite per la vittoria finale di quante potevamo mai immaginare fino a un anno fa. Proprio così: non ci sono solo i Blues allenati da Deschamps, formazione Campione del Mondo in carica piena zeppa di fenomeni, tra cui Pogba, Mbappé, Griezmann e Kanté, in grado di fare ciò che vogliono con il pallone, ma anche altri avversari con il coltello tra i denti pronti a scrivere la storia di questa imperdibile manifestazione. E chi sarebbero questi avversari? Seguiteci e lo scoprirete.

I favoriti per la vittoria finale

È vero: la Francia in assoluto dispone della rosa più completa tra tutte le partecipanti a Euro 2021 e l’11 titolare che può schierare in campo nel suo insieme probabilmente non ha uguali, ma il calcio non è una scienza esatta, dunque, oltre ai favoritissimi Blues, ci sono chance anche per Inghilterra, Spagna e Germania. I Tre Leoni partono un gradino sotto rispetto ai Galletti perché, sebbene i calciatori di qualità non manchino, da tanto, troppo tempo non sono più abituati a vincere un torneo, sia esso un Mondiale o un Europeo.

La pochissima abitudine a lottare per traguardi importanti – l’unica e ultima vittoria dell’Inghilterra è quella del Mondiale del 1966 giocato in casa – da parte di Kane e compagni è un aspetto per nulla trascurabile. Le Furie Rosse invece, formazione che nel periodo 2008-2013 ha vinto 2 Campionati europei, 1 Campionato del mondo e ha ottenuto un secondo posto in Confederations Cup in Brasile, ha conosciuto, negli anni recenti, un “piccolo declino”. Eliminati agli ottavi di finale di Francia 2016 e da quelli di Russia 2018, gli spagnoli hanno dovuto rimodellare la squadra che ha dominato per un quinquennio in ogni dove affiancando al totem Ramos giovani di prospettiva come Ansu Fati e giocatori più navigati come Isco.

Chissà che questo mix esplosivo fatto di esperienza e tecnica non faccia la differenza! Non dimentichiamoci infine della Germania. La squadra allenata da Löw dopo la vittoria del Mondiale del 2014 si è un po’ persa per strada, non riuscendo a cavalcare l’onda che l’ha vista trionfare in Brasile.

Alternando “vittorie normali” a sconfitte sorprendenti – impossibile dimenticare Sud Corea-Germania 2-0 del 2018 – la formazione in maglia bianca abbinata a calzoncini neri e calzettoni bianchi ha deciso di scommettere su interessanti giovani (vedi Havertz e Gnabry) per ripartire alla grande. Questa scommessa potrebbe risultare vincente perché – non dimentichiamolo – i vari Müller, Kroos e Neuer grazie alla loro esperienza internazionale hanno tutte le carte in regola per aiutare i più giovani a crescere.

Quale destino per l’Italia?

photo by Pixabay
photo by Pixabay

Non sarà la favorita numero uno e forse nemmeno la numero due ma l’Italia di Mancini può davvero dire la sua nel corso di Euro 2021. L’attuale tecnico della Nazionale, il primo della storia a vincere 10 partite consecutive, ha dato un’anima e un’identità forte a una squadra che sta ben impressionando. In questa seconda edizione della Nations League, gli Azzurri, soprattutto a Reggio Emilia nella gara contro la Polonia, stanno dimostrando di esserci e di saper imporre il loro gioco come non accadeva da anni. Una gran bella notizia per l’Italia che se riuscirà a recuperare al 100% un talento come Nicolò Zaniolo – il tempo è dalla parte degli Azzurri – potrà essere qualcosa di più che la prima delle outsider per la vittoria finale.

 Portogallo, Belgio e Olanda

photo by Pixabay
photo by Pixabay

Nel corso di una manifestazione bella e combattuta come Euro 2021 tutto può succedere, anche che il Portogallo campione in carica possa bissare il successo del 2016. Con un CR7 che darà tutto, visto che quest’Europeo potrebbe essere per lui l’ultimo, e che sarà il trascinatore assoluto dei rossoverdi, ci aspettiamo un exploit importante da parte della formazione allenata da Fernando Santos. E ci aspettiamo tanto anche dal Belgio di Lukaku, protagonista assoluto dell’ultima Europa League, e Hazard, giocatore fenomenale che deve però ritrovarsi, e dall’Olanda che storicamente non parte mai battuta, anzi…

Qualsiasi cosa succederà, questo Euro 2021 sarà uno spettacolo!

Dopo tante informazioni, un piccolo riassunto è d’obbligo. Oltre alla Francia campione del mondo in carica e favorita numero uno per la vittoria finale di Euro 2021, anche l’Inghilterra di Kane, Ally e Sterling, prima rivale dei Blues, farà di tutto per vincere la manifestazione. Che dire poi della Spagna, una certezza quando si tratta di recitare un ruolo da assoluta protagonista, e della Germania, squadra forte fisicamente e allo stesso tempo tecnica.

E l’Italia? Secondo noi gli Azzurri sono gli outsider principali di una manifestazione che potrebbero anche vincere visto che Mancini in panchina sta facendo cose importanti. La nostra Nazionale, insomma, ha grandi possibilità non solo di confermare le quote Euro 2021, che la vedono comunque tra le favorite, ma anche ribaltarle. Non ci stupiremmo infatti se la verve di Insigne e compagni risultasse decisiva. Non dimentichiamoci infine di Portogallo, Belgio e Olanda che, a fari spenti, sono pronti a stupire. CR7, ma anche Lukaku, di sicuro ce la metterà tutta, quindi preparatevi, allacciate le cinture e godetevi lo spettacolo!

Il “caso” Croazia

La Croazia di Modrić, quasi al 100%, non vincerà l’Europeo ma merita comunque una speciale menzione dopo l’incredibile risultato ottenuto a Russia 2018. Arrivare a perdere la finale contro la Francia non è da tutti né da tutti i giorni, e in quell’occasione i croati hanno toccato il loro punto più alto calcisticamente parlando.

Non ci aspettiamo qualcosa di simile a luglio, quando Euro 2021 sarà entrato nella fase più calda, anche perché il faro Luka Modrić ormai non è più quello di una volta così come non lo sono gli stessi Perisic e Rakitić. Il tempo passa per tutti, anche per questi calciatori che nel 2018 erano all’apice della loro carriera.

Certo, è bello ricordarne le gesta, sperando forse che anche a Euro 2021 ci sia una squadra che non ti aspetti in grado di far saltare “il castello di carta” con cui sono fatti tutti i pronostici.

 

In breve

Scuola, non solo i licei: zaini e striscioni contro la DAD anche alle medie

Zona rossa significa che gli studenti di seconda e terza media da oggi tornano a fare didattica a distanza....

Potrebbe interessarti