milano xl
milano xl

Domani torna Milano XL

Torna domani Milano XL, la seconda edizione dell’appuntamento che fino al 24 settembre farà da cornice alla settimana della moda meneghina. Giusto un anno fa, in occasione dell’esordio, il centro di Milano fu invaso da grandi e suggestive installazioni che incuriosirono e divertirono, sebbene non tutti avessero colto il messaggio. Ma, considerato ugualmente il successo di pubblico e di critica, il Comune di Milano in accordo con il Ministero dello Sviluppo economico, Confindustria, Assolombarda e con il supporto dell’Agenzia Ice e delle associazioni di settore, ha deciso di riproporre l’evento che vedrà il cuore della città, da piazza Duomo alla galleria Vittorio Emanuele, animata da sei grandi installazioni per raccontare le eccellenze produttive italiane: gioielleria, tessile, cosmetica, pelletteria e occhialeria.

Il progetto sarebbe costato complessivamente 3,2 milioni di euro, di cui il 75% finanziato dall’Agenzia Ice, con la curatela affidata a Luca Stoppini che da più di 30 anni si occupa di allestimenti museali oltre che di editoria e architettura. Ma non manca la collaborazione di affermati professionisti come Giovanni Gastel, Fabio Cherstich, Alan Friedman e Giulia Crivelli.

TUTELA DEL PIANETA • Mostra-Dimostra è il titolo scelto per l’evento che vuole focalizzare il pubblico sui temi della sostenibilità sociale, sull’ecosostenibilità e sull’economia circolare, ponendosi l’obbiettivo di attirare l’attenzione sulla tutela del pianeta, sulle risorse e sul potenziale sviluppo ecosostenibile dei territori. L’evento ha un duplice intento: rendere visibili al grande pubblico prodotti di alta qualità realizzati da aziende italiane e far conoscere e dimostrare la sostenibilità dei criteri, dei sistemi produttivi e dei metodi che utilizzati in tutte le fasi produttive. Punto di congiunzione saranno i Green Carpet Fashion Awards, indetti dalla Camera Nazionale della Moda e consegnati l’ultimo giorno della manifestazione al Teatro alla Scala. Proprio in piazza della Scala, peraltro, campeggerà il cubo considerato fil rouge di tutto l’evento, diverso per struttura e per contenuti.

NON SOLO GLAMOUR • Gli altri cinque contenitori – “scatoloni” di 5 metri per lato – rappresentano i vari settori e potranno essere attraversati dai visitatori: all’interno, una serie di prodotti rappresenteranno le aziende che si impegnano per una produzione sostenibile. Non mancheranno ledwall con proiezioni di momenti glamour alternati alle fasi produttive delle aziende. Le pareti esterne sono rivestite di specchi che riflettono il paesaggio e le architetture circostanti: di particolare interesse il cubo dove viene proiettato il cortometraggio Verde Milano di Antonio Spanò, un viaggio attraverso gli spazi verdi e i giardini della città. Per ulteriori informazioni: milanoxl.com.