8.9 C
Milano
27. 11. 2021 16:01

Sala: «La Regione privilegia i grandi ospedali». Fontana: «Usi pennarelli più tenui»

Più letti

Duro botta e risposta istituzionale tra il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, e il governatore della Lombardia, Attilio Fontana.

 

Ad accendere la miccia è stato il primo cittadino che questa mattina in un’intervista a RTL 102.5 ha attaccato: «La Lombardia ha privilegiato le grandi strutture ospedaliere e in particolare anche quelle private, si è persa la capacità di tenuta sul territorio del tessuto socio-sanitario». E ancora: «Parlate con i medici di base e sentite cosa dicono, i consultori non ci sono più. Saremo in grado di metterci al tavolo e trovare la formula giusta per dei tempi cambiati?».

La replica. «Il sindaco di Milano – ha commentato Fontana – sa benissimo tutto quello che Regione Lombardia ha fatto in passato, fuori dall’emergenza, per rendere Milano e il nostro territorio un’eccellenza sanitaria internazionale, che anche lui ha sempre decantato e portato come modello di vanto». «Nel merito gli rammento che consultori si occupano di tutt’altro e non certo di Coronavirus. Quanto ai medici di base forse non ha compreso bene ciò che dicono. Non avevano i presidi (mascherine, gel igienizzante) per proteggere se stessi e i malati, per questo non potevano effettuare le visite a domicilio. E non avevano i presidi perché il Governo non è stato finora in grado di fornirci la quantità sufficiente per assicurarli anche a loro. Ma da oggi, produciamo da soli 900mila pezzi e la mancanza verrà risolta dalla Regione», ha aggiunto il governatore.

Poi la stoccata finale: «Al sindaco Sala chiedo dunque di riporre nell’astuccio dei pennarelli (necessarissimi, beninteso) a lui tanto cari in queste ore, le tinte forti o addirittura fosche, per usare colori più tenui e caldi. Il verde della speranza e il rosa del nuovo giorno».

In breve

Apre stasera House of Pulled, il primo locale interamente dedicato alla “pulled meat”

Apre stasera House of Pulled, il primo locale interamente dedicato alla “pulled meat”: pork, chicken e beef, ovvero carne...