30 C
Milano
23. 07. 2021 20:47

Zangrillo contro gli allarmismi: «È un mese che in Lombardia non si muore più di Covid»

Mentre in molti continuano a preoccuparsi per i nuovi focolai, Zangrillo minimizza i pericoli dichiarando la fine dell'emergenza Covid

Più letti

Il dottor Alberto Zangrillo, primario del San Raffaele di Milano ha lasciato nuove dichiarazioni in merito alla situazione all’interno degli ospedali. Come consueto, non va per il sottile. «È un mese che in Lombardia non si muore più di Covid. L’emergenza è finita da due mesi», ha affermato seccato nei confronti dei continui allarmismi.

Problema di comunicazione. Zangrillo punta il dito contro i dati relativi ai decessi, i quali rappresentano secondo lui «un modo di comunicare scorretto che non rispecchia la realtà».

«Il nonno di Pierino è coinvolto in un grave incidente stradale sulla tangenziale di Milano – spiega il primario -. Viene portato in emergenza in pronto soccorso, laddove oltre alle manovre di rianimazione, viene sottoposto, come tutti i pazienti, che entrano in un ospedale italiano, al tampone orofaringeo. Purtroppo, nonostante le cure, il nonno di Pierino, nel frattempo risultato Covid positivo, dopo due giorni viene a mancare in conseguenza del grave trauma subito. La causa di morte del nonno è chiara a tutti ma purtroppo verrà addebitata al virus».

Zangrillo non ha dubbi. «Attenzione, distanziamento massima prudenza, rispetto delle regole – conclude il professore – ma rispettiamo anche la verità».

In breve

Milano: animali domestici seppelliti insieme ai padroni

È tutto vero, a Milano le ceneri di cani, gatti e animali domestici in generale, potranno essere tumulate nella...