4 C
Milano
27. 01. 2023 21:58

Legambiente: i parchi di Milano sono una discarica

La media: quattro rifiuti ogni metro quadrato, Parco Martesana al top (purtroppo)

Più letti

Numeri impressionanti, quelli comunicati da Legambiente e riguardanti i parchi di Milano. Ne sono stati analizzati cinque in due città, la già citata Milano e Varese, dove sono stati raccolti e catalogati un totale di 4.279 rifiuti. L’indagine, denominata Park Litter 2022, è stata condotta da Legambiente in 56 aree verdi di 28 città italiane grazie all’impegno di 697 volontari. E Milano, ancora una volta, fa registrare numeri record. 

Legambiente, nei parchi d’Italia ci sono troppi rifiuti 

Nei parchi pubblici italiani si trovano in media cinque rifiuti abbandonati in ogni metro quadrato. E in questo contesto s’inserisce anche la Lombardia, che addirittura «migliora» la media nazionale scendendo a quattro ogni metro quadrato: «Sono stati analizzati cinque parchi pubblici in due città, Milano e Varese, nei quali sono stati effettuati un totale di 10 transetti di monitoraggio di 100 mq ciascuno, per un totale di mille mq – spiegano da Legambiente Lombardia – In totale sono stati coinvolti 110 volontari appartenenti a tre differenti circoli di Legambiente». 

spazzatura, sporcizia, bici abbandonata
spazzatura, sporcizia, bici abbandonata

I parchi presi per portare avanti l’indagine a Milano e Varese

I parchi presi in esame per portare avanti l’indagine sono stati: Baden Powell, Cassinis, Parco della Martesana ed Elio Vittorini a Milano, Parco di Villa Toeplitz a Varese. Tutte aree verdi vissute regolarmente, da adulti, bambini, anziani e sportivi: «Il monitoraggio si svolge in parchi urbani dove sono stati notati problemi di trascuratezza – continuano i volontari – Sono stati presi in considerazione solo i rifiuti con dimensioni maggiori di 2.5 centimetri». E i dati di Milano e Varese sono inquietanti: raccolti e catalogati 4.279 rifiuti, con 67.1% di polimeri artificiali (plastiche), 14.3% di carta e cartone, 8.1% di metallo e 5.4% di vetro e ceramica. La restante percentuale di rifiuti (5.1%) è composta da rifiuti in gomma, materiale organico, legno trattato, tessili, bioplastica e materiali misti e RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche). 

A vincere sono i mozziconi di sigaretta

Anche se il rifiuto per eccellenza resta lui, il mozzicone della sigaretta. Questi hanno rappresentato il 42.2% dei rifiuti raccolti a livello nazionale (13.483 sui 31.961 totali provenienti da tutti i parchi italiani presi in esame). Anche qui, a guidare la classifica, Milano, dove il Parco della Martesana si è rivelata l’area verde con più mozziconi di sigarette, ben 1.090 in un transetto e 353 in un altro: «La maggior parte dei rifiuti rinvenuti, oltre alla categoria dei rifiuti da fumo in cui ricadono i mozziconi di sigaretta, è riconducibile a due categorie specifiche – proseguono da Legambiente Lombardia – Si tratta di quella dei prodotti usa e getta (piatti, posate e bicchieri di plastica ma anche cannucce, contenitori per cibo e fazzoletti) e degli imballaggi (bottiglie di plastiche e vetro, tappi e linguette di lattine, sacchetti di dolciumi) che rappresentano rispettivamente l’11% (469 pezzi) e il 18% del totale (con 749 pezzi)».

In breve

FantaMunicipio #17: così le rotonde diventano piazze

Cantieri sempre aperti a Milano dove molte rotonde cambieranno pelle. La notizia della settimana è l'avvio dei cantieri per...