2.6 C
Milano
19. 01. 2022 02:38

Bookcity Milano 2021, si torna in presenza: il “dopo pandemia” in 1.400 eventi

Dal 17 al 21 novembre la manifestazione milanese dedicata al libro e alla lettura si dedicherà al #dopopandemia

Più letti

Nella prestigiosa cornice del Piccolo Teatro Grassi ha avuto luogo la conferenza stampa di presentazione di BookCity Milano 2021, giunta alla decima edizione dalla sua costituzione: sono passati, infatti, quasi due lustri dal 15 novembre 2012, giorno in cui Luis Sepúlveda inaugurava la prima edizione sotto iniziativa dell’Associazione Bookcity Milano, costituita da Fondazione Corriere della Sera, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Umberto e Elisabetta Mauri e Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, e da AIE.

Bookcity Milano 2021, decima edizione dal 17 al 21 novembre

La decima edizione dedicata al libro si terrà dal 17 al 21 novembre e tornerà in presenza in assoluta sicurezza: tutti gli eventi in programma saranno accessibili solo con Green Pass alla mano e su prenotazione (effettuabile sul sito bookcitymilano.it a partire dall’8 novembre). Si parte mercoledì 17 novembre (alle 20.00) al Teatro Dal Verme con l’incontro Riannodare volontà e ragione, l’evento di apertura della manifestazione con Amin Maalouf, uno degli intellettuali più significativi del mondo culturale e letterario europeo, che riceverà il Sigillo della città dal Sindaco Giuseppe Sala.

Dopo la scorsa edizione di incontri online, BookCity tornerà così a riempire di cultura e lettura i luoghi milanesi – librerie, teatri, auditorium, università e biblioteche – optando come tema principale quello del #dopo: nell’anno in corso sono molti i dubbi e le perplessità dell’era post-Covid e, a conferma di questo, la manifestazione rivolgerà domande e riflessioni agli scrittori ed intellettuali coinvolti negli incontri, per capire insieme gli effetti del dopo pandemia.

Sono oltre 1.400 gli eventi in programma pronti a coinvolgere l’intero settore del libro e della lettura, da grandi editori fino a piccoli bibliotecari, senza dimenticare autori, traduttori, grafici, blogger, ma anche lettori occasionali. Sono ben 900 le classi milanesi coinvolte per BookCity per le Scuole e 13 le università e accademie milanesi per BookCity Università.

Bookcity Milano 2021, il programma è ricco

Il tema del #dopo sarà anche sviluppato nel progetto BookCity Milano Papers, un’iniziativa nata durante il lockdown del 2020 per coinvolgere le autrici e gli autori internazionali impossibilitati a raggiungere Milano ed intervistati, così, da remoto. Questo il programma dall’8 al 16 novembre: Eshkol Nevo e Irvine Welsh (lunedì 8 novembre); Carmen Maria Machado e Guadalupe Nettel (martedì 9 novembre); Benjamin Taylor e David Leavitt (mercoledì 10 novembre); Brit Bennett e Reni Eddo-Lodge (giovedì 11 novembre); Elisabeth Åsbrynk e Olivia Laing (venerdì 12 novembre); Jonathan Lee, Ben Wilson, David Grossman, Núria Cabutí, Morgan Entrekin, James Daunt e Helena Gustafsson (sabato 13 novembre); Paco Roca, Martín Caparrós e Alejandro Zambra (domenica 14 novembre); Timothy Morton, Arjun Appadurai e Colin Crouch (lunedì 15 novembre); Abraham Yehoshua, Mircea Cărtărescu e Allen Frances (martedì 16 novembre). Tutti gli eventi di BookCity Milano Papers saranno disponibili sul sito www.bookcitymilano.it, sul canale YouTube e sulla pagina FB @bookcitymi nelle nove serate precedenti alla manifestazione.

Presente in conferenza anche il sindaco Beppe Sala: «Di BookCity mi piace la capacità di confermare presenza, format e volontà con una capacità assoluta di rinnovarsi: quest’anno sarà maggiore il coinvolgimento delle università milanesi, ed è giusto se il tema scelto è il #dopo, perché le università sono centri di pensiero, la casa di tanti ragazzi che rappresentano il nostro futuro. Dipenderà da noi come uscirne da questa pandemia, se bene o male, ma c’è una forte volontà di reinterpretare il nostro modo di essere una grande città con spirito ambrosiano. Tutto quello che era buono prima oggi andrebbe preservato: BookCity era buono e lo sarà altrettanto anche quest’anno».

L’evento gode oggi del sostegno di Intesa Sanpaolo (main partner), Esselunga (premium partner), con la collaborazione di Fondazione Cariplo. Partecipano inoltre Amplifon, Enel, Snam, Pirelli, Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, Campari, Federazione Carta e Grafica, Fondazione AEM, Comieco, Messaggerie Libri SpA, ATM, con il supporto di Borsa Italiana. Sono media partner dell’edizione 2021 di BookCity Milano: Corriere della Sera, Gruppo Mondadori, RAI Radio2, RAI Radio3, La Feltrinelli, ibs.it, ilLibraio.it.

Per visionare il programma completo visitare il sito ufficiale della manifestazionewww.bookcitymilano.it.

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...