3 C
Milano
04. 12. 2020 20:43

Giulia Molino: «Camice Bianco, la mia dedica a chi salva le nostre vite»

Quattro domande alla concorrente di Amici 19

Più letti

Bollettino regionale, continua la discesa tra i reparti ospedalieri: Milano, +580

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 4.533, di cui 453 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (42.276...

Il manifesto sul portone del sindaco. Sala: «Non do torto agli studenti»

Un manifesto rosso con scritto «A Natale regalate la scuola».  Ecco cosa si è trovato davanti casa sua questa...

Movida Delivery, dal maritozzo del maestro Massari all’aperitivo di qualità

Con i ristoranti chiusi, non resta che ordinare le prelibatezze offerte da Milano direttamente a casa. Ecco la selezione...

La finalista di Amici 19 Giulia Molino pubblica il nuovo inedito dal titolo Camice Bianco – disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download – scritto durante la quarantena come dedica speciale a tutto il personale sanitario impegnato durante l’emergenza. Il primo album della cantautrice, Va tutto bene, è entrato in Top 10 nella classifica dei dischi più venduti della settimana.

 

Giulia Molino: «Così è nato il nuovo inedito»

Giulia, com’è nato Camice bianco?
«Alcuni giorni prima di scrivere il brano ho deciso di documentarmi sulla reale situazione che l’Italia stava sostenendo. Mentre ero ad Amici la nostra percezione era lontana dalla realtà, non ci siamo mai resi conto della gravità. Ho visto un video su internet con protagoniste le parole commoventi di un medico al quale chiedevano “Dottore quanto mi rimane?”. Una frase dura e forte».

Con Va tutto bene si auspica un futuro migliore.
«È passato quasi un mese dall’uscita dell’album. La scelta di questo titolo si è contestualizzato perfettamente al momento che stiamo vivendo. Sono felice che possa essere un messaggio positivo, una colonna sonora in grado di spronare un pensiero positivo».

Quali ricordi ti legano a Milano?
«Da piccola avevo preso parte ai provini di Io canto. Oggi vive di arte ed eventi di ogni genere, ma mi sento di escludere la possibilità di viverci un giorno: il suo stile di vita veloce e dinamico è molto lontano da quello che si vive a Napoli. Spero di tornarci presto, dovrò andare a trovare Gaia (vincitrice di Amici 19, ndr)».

Tornerai presto anche a casa?
«Appena uscita dal programma, ho cominciato la mia quarantena romana insieme a Francesco (Bertoli, ex “collega” ad Amici, ndr). Pur avendo la possibilità di tornare a domicilio, ho scelto di buttarmi a capofitto nella musica e nella scrittura. Ma non vedo l’ora di prendere un caffè nella mia amata Napoli».

In breve

Dalla Bicocca un algoritmo per stabilire chi dovrà fare per primo il vaccino anti-Covid

Chi farà per primo il vaccino anti-Covid? A stabilirlo potrebbe essere un algoritmo capace di indicare nomi e cognomi...

Il manifesto sul portone del sindaco. Sala: «Non do torto agli studenti»

Un manifesto rosso con scritto «A Natale regalate la scuola».  Ecco cosa si è trovato davanti casa sua questa mattina il sindaco Sala, il...

Movida Delivery, dal maritozzo del maestro Massari all’aperitivo di qualità

Con i ristoranti chiusi, non resta che ordinare le prelibatezze offerte da Milano direttamente a casa. Ecco la selezione di Mi-Tomorrow dei migliori delivery. SAPORI...
00:03:19

Prosegue la protesta degli infermieri: «Non siamo eroi, ma chiediamo di più»

Questa mattina, davanti alla sede della Prefettura di Milano, si è riunito un piccolo gruppo di infermieri e sindacati con alcuni striscioni. «Ora rispetto...

Il futuro a Milano, il lettore Simone: «Un Natale difficile per chi ha una famiglia allargata»

Simone Raso 24 anni, studente Milanese da sempre «Sto studiando all’Università Statale scienze motorie, quest’anno ci alterniamo fra lezioni online e prove pratiche in presenza. Dover mantenere il distanziamento...

Potrebbe interessarti