«La mia musica come rinascita»: l’indie di Michelangelo Vood, tra Parigi e Milano

Michelangelo Vood
Michelangelo Vood

Grazie ai brani Ruggine e Van Gogh ha ottenuto la copertina della playlist Nuovo indie su Spotify: lui è Michelangelo Vood, cantautore dall’interessante mescolanza new folk e brit-pop ancorata alle melodie italiane. L’artista ha pubblicato il nuovo singolo Paris, dedicato alla capitale francese, che anticipa il primo EP in uscita il prossimo anno.

 

Parigi-Milano: confronto ardito…
«Parigi è in assoluto la più romantica, è antica e solenne nella sua bellezza. Milano la trovo diversa, è più young anche se alcuni suoi scorci si avvicinano molto architettonicamente».

Nel 2015 ti trasferisci a Milano e nasce il primo singolo Ruggine, dichiarazione di pura nostalgia.
«Provenivo da un piccolo paese immerso nel verde della provincia di Potenza ed il passaggio non è stato facile, anche perché ci arrivo a ventiquattro anni, con un carattere già formato».

Poi?
«Dopo il Master in Cattolica, ho ripreso in mano la mia chitarra chiusa in un armadio per anni, riscoprendo il valore primario della musica nella mia vita: da lì è nata Ruggine, uno sfogo personale sul mio disagio. Ma ci ho messo poco a farmi rapire dalla vitalità di una città frenetica come Milano».


www.mitomorrow.it