#Milanochelegge: da Storiemigranti a Milano, Europa

Storiemigranti
Storiemigranti

Da Storiemigranti a Milano, Europa, prodotto da PianoP, i nostri consigli letterari per il fine settimana all’interno della nostra #Milanochelegge.

Nicola Bernardi e Sio, Storiemigranti, Feltrinelli Comics (144 pagine, 16 euro)

I due amici Nicola Bernardi e Sio, fotografo il primo e fumettista il secondo, hanno unito le loro forze per provare a raccontare, con una forma ibrida, trentadue storie di chi ha dovuto lasciar tutto, fuggire, senza alcuna idea di dove questa fuga lo avrebbe portato. Ogni storia a fumetti è corredata dal ritratto fotografico dei protagonisti, che rende la lettura di questo libro ancora più di impatto.

Raffaele Alberto Ventura, La guerra di tutti. Populismo, terrore e crisi della società liberale, minimum fax (309 pagine, 18 euro)

Dopo Teoria della classe disagiata, Ventura approfondisce in questo saggio alcune riflessioni a cui aveva già avuto modo di accennare. La crisi economica degli anni 2000 è riuscita a trasformarsi in crisi politica a tutti gli effetti, con tutta una serie di ricadute che, a mo’ di domino, sono piombate sulla società civile, con un effetto tale da doverci aspettare, in tempi che sembrano essere sempre più rapidi, una vera e propria guerra civile. Combattuta ovviamente con altri mezzi, erodendo sempre di più il confine tra cosa è accettabile e cosa invece no.

Francesca Sanna, Io e la mia Paura, Emme Edizioni (34 pagine, 14,90 euro)

Avete mai provato a immaginare le proprie paure come un enorme fantasmone bianco? È come l’ha visto Francesca Sanna, che racconta qui la storia di una bambina che, trasferitasi in una nuova città, ha paura che il parlare una lingua diversa la renda «quella nuova». Un libro che è anche il risultato di una ricerca che Sanna stessa ha condotto anche grazie al confronto con le classi, scoprendo che i bambini sono in grado di parlare delle proprie paure e l’affrontano volentieri con gli adulti.

Scopri Milano attraverso un podcast

Francesco Costa, Milano, Europa, prodotto da PianoP

Il vicedirettore del quotidiano online Il Post porta gli ascoltatori alla scoperta di Milano in un modo un po’ inedito: con un reportage audio di sei episodi. Partendo da Uptown, il distretto che EuroMilano sta costruendo nella zona di Cascina Merlata dopo la fine di Expo, Costa spiega cos’è che rende questa città così singolare, perché chi arriva qui finisce per diventare “milanese” nonostante di milanesi puri ce ne siano davvero pochi, come Milano sia in grado di affrontare i cambiamenti adattandosi di volta in volta e addomesticandoli.


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here