pasticcerie per cani
pasticcerie per cani

Il conto alla rovescia per il Natale è cominciato e la festa è per tutti: grazie alle “pasticcerie per cani” anche per gli animali di casa, che non di rado sbocconcellano pezzi di panettone che i padroni mettono loro nella ciotola perché in famiglia bisogna festeggiare tutti insieme, cani compresi. Un’abitudine che, però, non è salutare per i quattrozampe: lo zucchero, infatti, è risaputo essere un nemico per il benessere dei cani.

La soluzione? Dolci delle feste studiati appositamente per i pelosi che vengono prodotti in Italia da quelle – a dire il vero davvero sparute – “pasticcerie per cani” disseminate in Italia. A queste si aggiunge un’azienda del Bresciano, la Doggye Bag, che vende online ben 14 prodotti natalizi per cani: dal canettone gourmet al candoro special edition fino ai biscotti di panpepato per cani e agli ossi da sistemare sotto l’albero.

FRA UNA SETTIMANA • A Milano, invece, a mettere in vetrina quello che è stato battezzato El canetùn è una vera pasticceria artigianale, La Ciribiciaccola di viale Romagna. Dalla prossima settimana, accanto al panettone tradizionale, alle sculture in cioccolato e ai torroni della pastry chef Claudia Voltolina, comparirà, per il secondo anno consecutivo il dolce delle feste per il più fedele amico dell’uomo.

«L’idea – racconta Claudia a Mi-Tomorrow – nasce da una chiacchierata con un nutrizionista cinofilo convinto che si sentisse la mancanza di un prodotto natalizio che permettesse di soddisfare il desiderio di tutte quelle famiglie che hanno un cane in casa e che avrebbero voluto far festa insieme ai loro animali». Il lavoro di Claudia, forte della sua formazione in alta pasticceria fatta in Cast Alimenti con stage alla Martesana di Enzo Santoro, al Principe di Savoia e in altre piccole realtà prima di tornare alla pasticceria di famiglia, è stato quello di studiare la ricetta giusta per un prodotto adatto alle esigenze nutrizionali dei cani, ma realizzato con prodotti di prima qualità che potessero essere utilizzati in un laboratorio di pasticceria tradizionale.

LA RICETTA • «Sono partita dal principio del panettone gastronomico, un prodotto salato perché si sa che i cani non possono consumare zucchero – racconta –. Ho utilizzato farine integrali, lievito di birra perché il lievito chimico può dare problemi alla digestione del cane. Alla preparazione ho aggiunto oli essenziali al salmone o alla carne di manzo, per dare all’animale la sensazione di mangiare quel tipo di alimenti». La chicca, però, è l’aggiunta di burro di arachidi e di mela: «Quello del burro di arachidi è uno dei sapori preferiti dai cani e l’ho aggiunto al Canetùn, per renderlo molto goloso. A completare l’impasto c’è la mela, un frutto adorato dai cani che è presente sotto forma di scorza grattugiata che ha proprietà benefiche per l’intestino dell’amico dell’uomo».

LE VENDITE • Un anno fa a La Ciribiciaccola sono stati venduti 30 chili di Canetun confezionati nel formato da 100 grammi. «L’anno scorso i padroni sono stati entusiasti di poter scartare il panettone con i loro amici a 4 zampe. Per questo anche nel 2018 abbiamo deciso di reinserire il Canetun nella nostra linea di produzione, ma essendo un prodotto senza conservanti, più secco del panettone dolce e che va consumato fresco, si potrà trovare a partire dal 15 dicembre». Il prezzo non è popolare, 5 euro per 100 grammi, ma chi vuole festeggiare con il proprio cane siamo certi chiuderà un occhio.

La Ciribiciaccola

Viale Romagna 10, Milano

Aperto tutti i giorni

dalle 8.00 alle 20.00

Info: 02.39.66.67.70