24.1 C
Milano
29. 05. 2024 16:18

Affitti in Europa: calano i prezzi, ma Milano resta tra le più care

Ecco quanto costa affittare casa nel capoluogo lombardo e quanto nelle altre città europee

Più letti

L’ultimo rapporto di HousingAnywhere, importante piattaforma europea di locazione immobiliare, indica un rallentamento nel rincaro degli affitti in Europa, ma evidenzia come le principali città italiane, inclusa Milano, mantengano ancora tariffe tra le più elevate.

Affitti in Europa: crescita moderata ma costante

Il International Rent Index di HousingAnywhere mostra un incremento medio del 3,8% per il primo trimestre del 2024, suggerendo una tenuta dei prezzi nonostante una decelerazione degli aumenti. Questa lieve flessione rappresenta un rallentamento rispetto alla crescita annua del 5,8% registrata alla fine del 2023, segnalando una possibile stabilizzazione del mercato.

L’Italia al centro della scena

Nel dettaglio, Roma si conferma al secondo posto in Europa per costo degli affitti, con un canone medio di 2.000 euro, seguita da Milano che, all’ottavo posto, mantiene una media di 1.700 euro. Questi dati collocano le metropoli italiane tra le più care, nonostante una tendenza generale al rallentamento dei rincari.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Qui alcuni dati di questa edizione:
  • Cinque città in Europa mantengono costantemente il podio delle più costose in termini di stanze, appartamenti e monolocali, con prezzi medi degli appartamenti ad Amsterdam, Parigi rispettivamente a 2.275 e 1.862 euro.
  • Roma regina in Italia nei prezzi degli appartamenti, seconda in tutta Europa con un canone di 2.000 euro, Milano ottava con ben 1.700 euro. Cresce Torino al 37,5%, ma rimane tra le più accessibili, con “soli” 1.100 euro.
  • Bologna si colloca al quinto posto nella classifica dei prezzi per i monolocali, con oltre il 25% di crescita dal 2023 e oltre 1.370 euro di spesa richiesta. Roma occupa la nona posizione con 1.200 euro e un aumento del 20% annuo.

Milano: cultura dell’affitto costoso

Milano, in particolare, si distingue per la resilienza dei suoi affitti, sfidando la tendenza europea con canoni che rimangono elevati. Il capoluogo lombardo, celebre per il suo dinamismo economico e culturale, continua a rappresentare una sfida per inquilini alla ricerca di soluzioni abitative accessibili.

Affitti in Europa, quanto costa a Milanon e Roma
Affitti in Europa, quanto costa a Milanon e Roma

Prospettive e soluzioni

Djordy Seelmann, CEO di HousingAnywhere, evidenzia l’importanza di interventi congiunti tra settore privato e istituzioni per mitigare la pressione sul mercato degli affitti, sottolineando la necessità di aumentare l’offerta abitativa per rispondere alla domanda crescente: Sebbene il peso dell’inflazione stia iniziando a ridimensionarsi, il fenomeno continua a esercitare pressioni importanti sui portafogli degli inquilini. – le sue parole – Allo stesso tempo, l’aumento dei costi di costruzione rappresenta un rischio per i piani di espansione abitativa delle città per scopi residenziali.

I leader del settore e i responsabili politici dovrebbero dare priorità alla collaborazione per garantire la consegna tempestiva dei piani di espansione dell’offerta, poiché affrontare la carenza di offerta è fondamentale per alleviare efficacemente la pressione nei mercati europei dell’affitto a lungo termine“.

Un recente sondaggio condotto dalla società di ricerca BONARD alla fine del 2023 tra i leader di Purpose Built Student Accommodation (PBSA) ha rivelato che il 52% degli intervistati prevede la necessità di aumentare gli affitti in Europa per compensare l’aumento dei costi di costruzione.

In questo contesto, Milano si conferma come un punto nevralgico del mercato immobiliare italiano, con una dinamica che necessita di attenzione per garantire accessibilità e sostenibilità ai suoi cittadini.

Mentre l’Europa mostra segnali di rallentamento nel rincaro degli affitti, Milano e le altre grandi città italiane continuano a navigare in acque agitate. La soluzione? Un impegno condiviso per un futuro abitativo più equo e sostenibile.

In breve

FantaMunicipio #32: nuove pedonalizzazioni, ci vuole tattica per rallentare

Questa settimana torniamo a parlare di mobilità lenta, di sicurezza stradale e di pedonalizzazioni: sono infatti state approvate alcune...