23.2 C
Milano
16. 05. 2022 23:54

Bando del Comune per un affitto accessibile: come ottenerlo

Palazzo Marino con Milano Abitare – Agenzia per l’affitto accessibile, sostiene alcuni nuclei familiari per far fronte alle spese per il pagamento dell’affitto

Più letti

Il Comune di Milano, in collaborazione con Milano Abitare – Agenzia per l’affitto accessibile, sostiene i nuclei familiari con ISEE uguale o inferiore a 26.000 euro a far fronte alle spese per il pagamento dell’affitto. E’ possibile, infatti, presentare la richiesta di contributo come previsto dall’avviso pubblico “Misure di sostegno al mantenimento dell’alloggio in locazione sul libero mercato” che prevede uno stanziamento totale iniziale pari a 4.777.261 euro. E’ possibile chiedere l’erogazione di un contributo fino a 3.000 euro che servirà a coprire un massimo di otto mensilità del canone di locazione.

Bando del Comune per contributi fino a 3.000 euro una tantum per un affitto accessibile

il comune di milano si sposta in periferia

Il contributo sarà versato direttamente al proprietario dell’alloggio entro 30 giorni dal termine della procedura ed è finalizzato a coprire il costo dei canoni di locazione non versati o da versare. Può presentare la domanda il titolare indicato nel contratto di locazione (conduttore) dell’unità immobiliare che deve essere ubicata nel territorio del Comune di Milano. La domanda di contributo dovrà essere presentata entro mercoledì 11 maggio attraverso la piattaforma online dedicata, collegandosi alla pagina web Contributo 2022 “Misura Unica Covid” presente sul sito comune.milano.it.

Per ottenere il contributo sono necessari i seguenti requisiti: avere un’attestazione Isee ordinario inferiore o uguale a 26.000 euro, non essere sottoposti a procedure di rilascio dell’abitazione, non essere proprietari di un alloggio adeguato nel territorio della Regione Lombardia ed essere residenti nell’alloggio in locazione per cui si chiede il contributo, con regolare contratto, da almeno sei mesi dal 20 aprile, data di pubblicazione dell’Avviso. Per accedere e completare la richiesta è necessario che sia l’inquilino che il proprietario siano in possesso di un’utenza SPID (sistema pubblico di identità digitale).

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...