4.5 C
Milano
23. 01. 2021 03:11

La prima ondata di Cityscoot

Più letti

Una settimana in zona rossa per sbaglio: ecco cos’è accaduto

Si chiuderà con domani la settimana in zona rossa della Lombardia, con conseguenti chiusure, limitazioni e ripercussioni economiche. Secondo...

Colpo di scena: da domenica Lombardia in zona arancione

Da domenica la Lombardia tornerà in zona arancione. Lo ha certificato l’Istituto superiore di Sanità dopo una rettifica dei...

Bollettino regionale, torna a scendere il tasso di positività: Milano, +203 contagi

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 1.969, di cui 112 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti...

Due ruote, totalmente elettriche, in giro per Milano, bianca e blu, con una scritta ben chiara: Cityscoot. La start-up francese di scooter sharing a flusso libero ed emissioni zero fa sul serio e, forte di una presenza in città di già 500 mezzi, è pronta ad una nuova ondata: «Ne arriveranno altri 500 entro la fine di marzo – afferma Gianni Galluccio, General Manager di Cityscoot Italia – e poi in estate sbarcheremo anche a Roma».

GLI OBIETTIVI • Il servizio di scooter sharing, già presente a Parigi e Nizza, di fatto non offre nulla di innovativo nel suo modo di operare: il mezzo si può prenotare, usare e concludere tutto tramite app, come già accade per altri servizi similari. Ma ora si va oltre. Perché al fianco del semplice servizio c’è molto di più: ci sono corsi di guida sicura, ad esempio.

Ma anche la possibilità di poter andare sempre più forte in base alla propria esperienza di guida e al proprio storico: «Vogliamo diventare il servizio di sharing mobility sostenibile più amato dai cittadini – prosegue ancora Galluccio – e presto espanderemo la ‘Zona Cityscoot’ per garantire migliore copertura e accessibilità a tutte le aree metropolitane».

DOVE E COME • Questo, per ora, l’unico limite del servizio: gli scooter Cityscoot sono infatti in circolazione per le strade della metropoli ma solo nell’area della circonvallazione 90/91, più alcune isole strategiche come Bicocca, Rogoredo e la zona intorno allo IULM. I mezzi sono utilizzabili anche al di fuori di quest’area, purché vengano riportati al suo interno al termine del servizio.

Scooter che sono auto limitati a 46 chilometri orari per un uso urbano sicuro e disponibili solo per maggiorenni in possesso di una patente di guida. I costi? 0,29 euro al minuto; in alternativa è possibile acquistare il pacchetto CityRider che consente di viaggiare per 100 minuti a un costo complessivo di 22 euro. Per i clienti più assidui, inoltre, Cityscoot prevede un programma fedeltà che consente di accumulare minuti gratuiti, che verranno accreditati all’utente tramite l’app a partire dal mese successivo. Info su cityscoot.eu.


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/

In breve

Zona rossa: la Regione avrebbe inviato i dati Rt errati. Fontana: «Mai dato informazioni sbagliate»

Un nuovo colpo di scena sulla questione zona rossa in Lombardia. Secondo alcuni indiscrezioni riportate dall'Ansa, i tecnici della...

Potrebbe interessarti