24.4 C
Milano
19. 07. 2024 08:33

Dehors chiusi a mezzanotte: è l’idea di Sala contro la malamovida

Nuove manifestazioni dei residenti. Il Sindaco: «Abbiamo permesso troppa libertà, c’è stata una proliferazione eccessiva»

Più letti

Le recenti manifestazioni promosse dai comitati di residenti hanno spinto il sindaco a riflettere sul tema della convivenza tra locali e cittadini, in particolar modo dei dehors. L’idea annunciata dal sindaco Beppe Sala è regolamentare l’uso dei dehors dopo mezzanotte, soprattutto nelle zone più complesse della città per tutelare il diritto al riposo e alla tranquillità dei residenti. Allo stesso tempo, si mira a preservare la vivacità e l’attrattiva della movida milanese, da sempre considerata uno dei punti di forza della città.

Dehors chiusi da mezzanotte, per ora un’idea

Questa innovativa misura, che suggerisce di chiudere i dehors a partire dalla mezzanotte, rappresenta un importante punto di svolta nel dibattito che da anni coinvolge Milano sul difficile equilibrio tra la movida e le esigenze dei residenti. Il sindaco ha sottolineato come sia necessario rivedere la gestione e l’uso dello spazio pubblico, per garantire una convivenza armoniosa tra i cittadini e i locali notturni. Questa proposta, frutto di un’attenta analisi delle problematiche emerse, mira a trovare un compromesso che soddisfi entrambe le parti coinvolte.

La chiusura dei dehors dopo mezzanotte per una convivenza più armoniosa in città

In conclusione, la proposta di introdurre l’obbligo di chiudere i dehors dopo mezzanotte rappresenta un passo significativo verso la ricerca di una convivenza più armoniosa tra movida e residenti. Il sindaco Beppe Sala ha dimostrato una visione lungimirante e responsabile nell’affrontare questa complessa questione, con l’obiettivo di preservare l’identità e l’attrattiva della città, assicurando al contempo la serenità e il benessere dei suoi abitanti.

dehors a milano

Sala: «Abbiamo visto una proliferazione eccessiva»

«È chiaro che la riduzione degli orari è un tema. Io credo  – sottolinea Sala – che nei quartieri più complessi, faccio un esempio, in via Melzo, via Lecco, penso sia giusto che l’uso dei plateatici dopo mezzanotte venga vietato». Dunque, una proposta che presto potrebbe diventare realtà. Perché «anche in questi anni recenti il regolamento di occupazione del suolo pubblico e di esercizi commerciali è stato un po’ lacunoso, abbiamo permesso troppa libertà. Stiamo parlando di un qualcosa di cui non c’è una regolamentazione precisa, ma abbiamo visto una proliferazione eccessiva».

Per i nuovi orari dei dehors Sala chiede tempi rapidi

Ora dovrà essere  giunta di Milano tradurre la volontà del Sindaco in regola per locali e bar. «E se -sottolinea il primo cittadino – non puoi togliere la licenza a chi ce l’ha, quello che ritengo si debba fare, anche nel futuro è di ribilanciare. Non è possibile che in una città ci siano cosi tanti bar che portano a un rumore eccessivo. Ci vorrà del tempo, ma voglio che si faccia rapidamente». Tempi celeri che, però, potrebbero non bastare ai comitati dei residenti contro la malamovida.

 

In breve

FantaMunicipio #38: mai come quest’anno Milano da numero uno, vince il Municipio 1

In una agguerrita edizione del FantaMunicipio è il Municipio 1, quello del centro storico, guidato dal presidente Mattia Abdu...