6 C
Milano
27. 02. 2024 09:00

Divorzi a Milano, il trend rallenta e si torna ai numeri pre-pandemia

In questi primi otto mesi, la prevalenza nei divorzi riguarda quelli «congiunti»

Più letti

Il numero di divorzi a Milano torna ad assestarsi ai livelli pre-pandemia. Lo rivelano i dati del Comune che, al 31 agosto 2022, segnalano 1.114 divorzi dall’inizio dell’anno, contro i 1.732 dell’anno scorso e i 1.546 del 2020. In questi primi otto mesi, la prevalenza nei divorzi riguarda quelli «congiunti», ovvero davanti al giudice e con l’accordo tra i due coniugi sulle condizioni: 640 in tutto.

Divorzi a Milano, l’analisi

«I numeri – spiega l’assessorato ai Servizi Civici e Generali – registrano i divorzi a Milano avvenuti in Comune che prevedono due step: l’accordo e poi la conferma dopo 30 giorni. Questa modalità semplificata è a disposizione dei coniugi solo quando non vi sono figli della coppia minori, oppure maggiorenni incapaci o con disabilità grave o economicamente non autosufficienti». Sono in calo le negoziazioni, un accordo con il quale le parti in causa risolvono una controversia senza rivolgersi al tribunale: sono state 87, nel 2021 se ne sono registrate 187.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Le separazioni

Sul fronte separazioni, al 31 agosto 2022 se ne contano 978: lo scorso anno erano state in tutto 2.086. Analizzando il numero di quest’anno, si scopre che 605 sono state consensuali, mentre altre 121 in sede giudiziale e 157 davanti all’ufficiale di Stato civile del Comune. Per quanto riguarda le separazioni assistite dall’avvocato, nei primi 8 mesi son state 95 contro le 162 dell’anno scorso e le 136 totali del 2020.

In breve

FantaMunicipio #21: tutto il fieno che va in cascina in città

Settimana ricca di incontri, di novità e di fieno in cascina in città. Sono in via di definizione gli...
A2A
A2A