22.3 C
Milano
29. 05. 2024 14:36

Dropcity, i Magazzini Raccordati riprendono vita: design, architettura e laboratori

Diecimila metri quadrati e ventotto tunnel sotto la stazione Centrale

Più letti

I Magazzini Raccordati della stazione Centrale di Milano saranno il teatro all’interno del quale sorgerà il centro di architettura e design di DropCity. Oltre diecimila metri quadrati suddivisi in ventotto tunnel in cui avranno sede gallerie espositive, atelier di produzione, laboratori di falegnameria, robotica e prototipia avanzata.

Dropcity, design e non solo

«Ricominciare a far vivere i Magazzini Raccordati significa poter ricostruire una relazione con un’importante parte della città, sia dal punto di vista sociale che culturale – dice Alberto Baldan, amministratore delegato di Grandi Stazioni Retail, tra i fautori del progetto – Dropcity si inserisce in questa cornice e rappresenta un altro tassello della visione sostenibile, futura e concreta della nostra città. Milano, con le sue migliaia di architetti, è tra le città europee con maggiore densità di professionisti del settore e, allo stesso tempo, protagonista della cultura architettonica italiana».

dropcity

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Il progetto fa parte di un’idea più ampia, quella di “Cantiere Centrale”, nato nel 2017 e che ha visto al lavoro Grandi Stazioni Retail assieme a istituzioni, associazioni di quartiere e alcuni importanti player. Sotto la stazione Centrale ci sono infatti 40.000 metri quadrati di superficie parte dei quali verranno dedicati proprio a Dropcity, il cui sviluppo coprirà solo una parte dei 119 magazzini a disposizione.

Dropcity, parla il fondatore Andrea Caputo

Ideatore e fondatore del progetto Dropcity è l’architetto Andrea Caputo. «La Cultura è uno dei driver del nostro sviluppo economico e un progetto culturale come Dropcity sposa il nostro modello di business: creare o rigenerare luoghi di vita attraverso una relazione virtuosa tra pubblico e privato – afferma Caputo -. Con Dropcity ridiamo vita a un luogo abbandonato per farne un polo dell’architettura e del design di riferimento in città; un attrattore per tutti i giovani architetti e designer che vogliono investire su loro stessi».

In breve

FantaMunicipio #32: nuove pedonalizzazioni, ci vuole tattica per rallentare

Questa settimana torniamo a parlare di mobilità lenta, di sicurezza stradale e di pedonalizzazioni: sono infatti state approvate alcune...