28.9 C
Milano
13. 08. 2022 21:05

Fondazione TOG: nuova sede nel 2022, oggi via al cantiere

In platea erano presenti anche lo chef Carlo Cracco e Fedez, quest’ultimo in qualità di amico di TOG

Più letti

Inaugurato oggi il cantiere che entro la fine del 2022 porterà alla nascita della nuova sede di Fondazione TOG – Together To Go Onlus – che dal 2011 in viale Famagosta 75 ha dato vita ad un polo di riferimento e di eccellenza per la cura e la riabilitazione dei bambini affetti da patologie neurologiche complesse, in particolare le paralisi cerebrali infantili e le sindromi genetiche con ritardo mentale. Sorgerà in via Livigno angolo viale Jenner nell’immobile delle ex docce pubbliche, concesso gratuitamente per 30 anni dal comune di Milano e avrà un costo di realizzazione di circa 7 milioni di euro, finanziato interamente con fondi privati, che ad oggi annoverano le adesioni di Fondazione Cariplo, Fondazione Bolton Hope, Fondazione Peppino Vismara, Fondazione Vodafone Italia, OTB – Only The Brave Foundation, Intesa San Paolo, Fondazione Johnson&Johnson e Allen & Overy Studio Legale Associato. 

Fondazione TOG, cura, riabilitazione, progettazione

Il nuovo Centro TOG Carlo De Benedetti prende il nome dall’azione filantropica del suo presidente e rappresenta un unicum in Europa, in quanto si configura come modello globale di sostegno e cura alla disabilità neurologica di bambini e ragazzi colpiti così duramente, affrontando tutti gli aspetti della vita corporea, psichica ed emotiva dei pazienti e riuscendo a incidere veramente sulla qualità della loro vita. La struttura permetterà di raddoppiare il numero degli attuali beneficiari di TOG, offrendo cure e sostegno a 200 assistiti ogni anno. Tra i nuovi servizi saranno presenti un FabLab per la progettazione di ausili attraverso tecniche di fabbricazione digitale e stampa 3D, un’area didattica dedicata alla formazione professionale e alle attività educative di doposcuola e aiuto allo studio, un’area destinata alla formazione e alla ricerca scientifica e alla diffusione della cultura della disabilità, infine un Bistrot, aperto anche alla città,  gestito dall’Associazione Maestro Martino, presieduta dallo chef Carlo Cracco, che da oltre dieci anni promuove in Italia e all’estero le generazioni future della ristorazione italiana e i prodotti agroalimentari del territorio lombardo e che si occuperà della formazione professionale e dell’inserimento lavorativo dei ragazzi di TOG.

Ospiti ed eroi

L’inaugurazione del cantiere è stata tenuta a battesimo dalle maggiori istituzioni cittadine e regionali, con la presenza de governatore di Regione Lombardia Attilio Fontana, la vicepresidente e assessore al welfare Letizia Moratti e il sindaco Giuseppe Sala, ma insieme al presidente di TOG Carlo De Benedetti e all’”anima” del progetto da 10 anni a questa parte Antonia Madella, Segretario Generale della Fondazione TOG, in platea erano presenti anche lo chef Carlo Cracco e Fedez, quest’ultimo in qualità di amico di TOG. A fianco a loro alcuni dei piccoli utenti di TOG, con i loro papà e le loro mamme. Fra loro Valentina Ogliari, mamma di Emily, una delle prime bambine arrivate a Tog all’età di 4 mesi e che oggi ha 10 anni: «Quando dieci anni fa mi chiesero cos’era TOG per me ho risposto “una luce”. Ci siamo affidati completamente a loro ed Emily oggi ha competenza che nessuno pensava potesse avere o raggiungere: tutto questo è gratis e concentrato in un unico posto. TOG rende l’inclusione non solo una parola, ma fatti veri».

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...