3.2 C
Milano
07. 12. 2022 20:44

Tutti i linguaggi di Franca Ghitti alle Gallerie d’Italia

Più letti

Franca Ghitti: altri Alfabeti. Sculture, installazioni e opere su carta” è la mostra che inaugura domani alle 18.00 alle Gallerie d’Italia (piazza della Scala 6). Si tratta di un percorso dedicato alla scultrice, conosciuta a livello internazionale, le cui opere sono presenti in prestigiosi musei come la Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma e i Musei Vaticani. In quest’occasione due opere entreranno a far parte del ricco patrimonio artistico di Intesa Sanpaolo.

L’arte della scultrice attinge dal mondo rurale, dai simboli primitivi, dalle incisioni rupestri, dal mondo dell’artigiano che trasforma la materia. Ispirato alle antiche fucine crea così un linguaggio archetipo ma straordinariamente contemporaneo. Franca Ghitti, artista camuna, nasce nel 1932 in Valle Camonica, frequenta l’Accademia d’arte di Milano, a Parigi l’Académie de la Grande Chaumière e a Salisburgo il corso diretto da Oskar Kokoschka, dagli anni Sessanta si dedica alla scultura specializzandosi nell’utilizzo di materiali quali il legno e il ferro.

In Val Camonica si può visitare il percorso di opere pubbliche, che permettono di comprendere il forte legame dell’artista con le sue radici influenzate dai numerosi viaggi all’estero, dal Kenya a New York, da Budapest a Parigi. Muore a Brescia nel 2012. L’esposizione resterà aperta fino al 17 febbraio. Info su gallerieditalia.com.


www.mitomorrow.it

In breve

FantaMunicipio #13: da orti abusivi a spazi verdi. La nuova classifica

Un paio di sopralluoghi per gli spazi verdi in città hanno ridato attenzione a due aree della città su...