islamic relief
islamic relief

Sarà la prima volta che in Italia la comunità islamica darà vita ad un evento aperto con tanto di incontri, laboratori tematici, spettacoli, solidarietà, cibo e bazar: si chiama Islamic Relief – Fiera della Speranza e andrà in scena domani, dalle 13.00 alle 23.30, e domenica, dalle 10.30 alle 23.30, negli spazi degli East End Studios di via Mecenate 88.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di creare un momento di incontro annuale all’interno della comunità, volto alla sensibilizzazione su temi che toccano la società ed alla promozione dei progetti di Islamic Relief, che includono attività per adulti e bambini, raggiungendo anche nuove comunità nel proprio obiettivo di promuovere il bene a tutti i livelli.

A far discutere, però, ci sono alcuni ospiti. Uno su tutti, già balzato alle cronache nelle scorse settimane, è Jasem Al Mutawa, imam al centro di polemiche per alcune traduzioni controverse sull’educazione familiare. E’ stato annunciato anche Rajab Zaki,imam della moschea di Finsbury Park, considerato padre spirituale dei Fratelli Musulmani inglesi.

Ad ogni modo nelle scorse settimane il Consiglio Regionale della Lombardia ha votato all’unanimità una mozione che impegna la Regione nel coordinare il lavoro di Prefettura e Forze dell’Ordine per assicurare un valido ed efficace controllo sullo svolgersi del raduno ed evitare la presenza di predicatori che divulgano idee non conformi alle leggi italiane, che offendono e rendono vane le lotte di conquista dei diritti delle donne.

Dal canto suo, Islamic Relief ha sottolineato come la finalità sia quella di creare un momento di incontro e di non invogliare né giustificare la violenza sulle donne. Info sul sito islamic-relief.it/fds/.


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/